Cetrioli “killer”: per un consumo sicuro

commenta  |   stampa  |  pdf

Alla luce dei timori generati dalla nuova emergenza dei “cetrioli killer”, che ha già causato il decesso di dieci persone in Germania e oltre cento casi di contagio in tutta Europa, raccomandiamo di consumare frutta e verdura solo dopo un accurato lavaggio  e, laddove possibile, sbucciarle, evitando di tenerle a contatto con quelle non igienizzate.

I primi risultati degli accertamenti effettuati dalle Autorità sanitarie tedesche individuerebbero in alcuni cetrioli importati dalla Spagna la presenza di un ceppo di ‘Escherichia coli’, un batterio aggressivo che può avere effetti patogeni anche con gravi conseguenze, proprio come accaduto in Germania.

Riteniamo opportuno sapere che le modalità di contaminazione dei vegetali possono essere diverse: oltre ai cetrioli debbono dunque essere attuate le comuni norme igieniche anche per altre verdure e frutta che vengono consumate fresche, ricordando inoltre che la cottura “protegge” l’alimento, eliminando ogni microrganismo eventualmente presente.

Invitiamo inoltre i consumatori italiani a tenere presente che nell’ambito dell’Unione Europea  i controlli sulla sicurezza degli alimenti debbono essere fatti nei paesi in cui vengono prodotti in modo da poter garantire anche i paesi destinatari del prodotto. Nei casi in cui viene accertato un pericolo  le competenti strutture comunitarie bloccano le esportazioni ed ovviamente il consumo a livello locale, attuando controlli supplementari.

Al momento riteniamo difficile che nel nostro Paese entrino prodotti pericolosi dalla Spagna, ma è comunque bene che le nostre Autorità vigilino costantemente.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 30 maggio 2011

Condividi

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori