Cambiare l’assicurazione auto è più facile

commenta  |   stampa  |  pdf

Aumentano gli automobilisti italiani insoddisfatti delle proprie polizze auto, quelli che spendono troppo per assicurarsi o che non ricevono il servizio più adatto alle proprie esigenze. Cambiare l’assicurazione auto, però, diventa sempre più conveniente in un regime di concorrenzialità che permette all’utente di scegliere tra tante e varie assicurazioni auto, utilizzando comparatori come SuperMoney e altri portali che proliferano sul web.

Ai vantaggi in termini di risparmio si aggiunge, poi, con la delibera del Decreto Monti del 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e che prevede la fine del tacito rinnovo delle polizze, una maggiore semplicità nelle procedure di sostituzione dell’assicurazione: basta, infatti, attendere la scadenza naturale del contratto assicurativo, fissato a 12 mesi, per poterne stipulare uno alternativo, più adatto alle proprie esigenze.

Se la propria polizza è troppo cara o necessita di modifiche, basta un briciolo di pazienza: aspettare che essa scada automaticamente e passare ad un’altra. Nel frattempo si possono valutare attentamente le tariffe della concorrenza e, se ancora non si fosse trovata una soluzione adatta nel giorno dell’assolvimento, contare sul periodo di validità aggiuntivo, pari, per l’assicurato, a 15 giorni effettivi di copertura in caso di sinistro. L’attesa in questo caso ricompenserà il cliente che per cambiare l’assicurazione auto non si troverà addebitate somme di denaro dovute al recesso anticipato, né sarà costretto a pagare eventuali penali definite dal contratto.

Considerando, poi, quei casi in cui, per via di qualche clausola contrattuale, è impossibile recedere a meno di aver subito gravi disservizi da parte dell’impresa assicuratrice: la pazienza rimane la migliore soluzione per l’automobilista insoddisfatto.

Prima di abbandonare la via vecchia per quella nuova, in ogni caso, è bene valutare attentamente le proprie necessità in quanto esistono diverse tipologie di assicurazione compatibili con le diverse esigenza: ad esempio, per chi utilizza l’auto solo in città e per pochi spostamenti, è possibile valutare le assicurazioni a km, che permettono il pagamento “a consumo”. La responsabilità civile, poi, è obbligatoria, ma le polizze aggiuntive sono a discrezione dell’automobilista.

Inoltre, spesso si pensa erroneamente che basti rinunciare alle polizze accessorie per risparmiare, ma non è sempre così: se ad esempio si ha l’abitudine di parcheggiare l’auto in strada, la polizza furto e incendio (o anche la polizza per gli atti vandalici) garantirebbe una completa copertura economica nel caso in cui si verifichino tali incidenti.

Quando si decide di cambiare assicurazione auto, quindi, il consiglio è quindi quello raccogliere diversi preventivi di società assicurative sia tradizionali che online e confrontarli tra loro per essere sicuri di scegliere la copertura assicurativa più vantaggiosa nel rispetto delle proprie esigenze.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 7 ottobre 2014

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori