Carta clonata? La banca paga

14 commenti  |   stampa  |  pdf

Per ottenere il rimborso delle somme sottratte a seguito della clonazione della carta di credito o del bancomat, il consumatore può rivalersi sulla banca o sul circuito della carta di credito, che sono da ritenersi obbligati alla restituzione della cifra non autorizzata.

Nel caso in cui la banca disponga di una copertura assicurativa, è più facile ottenere la restituzione del denaro, ma anche in caso contrario e di fronte al rifiuto della banca si consiglia di insistere nella richiesta, eventualmente coinvolgendo la nostra organizzazione. (Per i consumatori che avessero bisogno di assistenza nel contenzioso con la banca e l’attivazione della pratica di rimborso, possono rivolgersi ai nostri esperti, scrivendo un’email a banche@consumatori.it).

Nel caso ci si accorga di movimenti non autorizzati sul proprio conto, la prima cosa da fare è bloccare istantaneamente la carta e contestare l’addebito per ottenere la restituzione di quanto indebitamente sottratto. Per fare queste operazioni bisognerà chiamare il numero apposito, che nella maggior parte dei casi è un numero verde gratuito, che può variare da banca a banca. E’ inoltre consigliabile di sporgere una regolare denuncia presso qualunque Stazione di Carabinieri o Commissariato di Polizia.

La domanda di rimborso, corredata dalla copia della denuncia dovrà essere inviata alla propia banca e/o al circuito emittente la carta di credito con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

La clonazione della carta di credito e del bancomat è un fenomeno molto insidioso perché solitamente il titolare della carta non si accorge immediatamente di aver subito una truffa. Per questo motivo occorre predisporre sempre un controllo periodico delle proprie movimentazioni o attivare servizi di notifica sms per ogni operazione, in modo da poter prendere subito precauzioni in caso di operazioni anomale.

Leggi a riguardo anche “Carte di credito: consigli antifrode”
Phishing: cosa fare

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 26 gennaio 2015

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Samuel

Salve,
nel mio caso sono cascato io nella truffa e ho inserito i dati della carta. Me ne sono accorto subito appena finito il pagamento. Ho bloccato la carta pero’ 75 Euro me l’hanno fregato.
Posso anche cosi’ chiedere il rimborso della banca?

sito finto: http://www.timberland-vip.com/

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Samuel, in realtà può chiedere il rimborso alla banca solo se il prodotto non viene consegnato; intanto può segnalare il sito a Polizia Postale e AGCM e scriverci a segnalazioni@consumatori.it se ha bisogno di assistenza.

Beatrice

Salve mi hanno clonato la carta di credito ho sporto denuncia e chiesto il rimborso come protocollo…..ma la mia domanda è come faccio a capire dove è stata clonata??la banca mi dice i carabinieri i carabinieri la banca e sinceramente io vorrei saperlo credo sia un mio diritto grazie

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Gentile Beatrice, dall’estratto conto può vedere dove hanno fatti i pagamenti, ma purtroppo non c’è modo di sapere dove la carta è stata materialmente clonata.

Marta

Buonasera a tutti. Anche a me nel giro di qualche mese è stata sottratta un ingente somma di denaro, la banca si rifiuta di rimborsare in quanto dice “le transazioni contestate risultano eseguite con funzionalità microchip la cui tecnologia non è attualmente riproducibile su plastici clonati, si tratta di operazioni eseguite con la carta originale” . Come fare a dimostrare che non sono stata io a fare quei prelievi? Ormai si sa che le carte con microchip hanno anche la banda magnetica che é ormai colnabile da anni. La banca è l Monte dei Paschi.

simona

Buongiorno, anche io l’11 luglio ho subito una clonazione della carta, per 2400 € effettuato con 2 transazioni. quella di 1400 è stata restituita perchè effettuata online, mentre quella di 1000€ Carta si si rifiuta di rimborsare perchè dicono che sia stata fatta con microchip. Ho effettuato 2 denunce e inoltre l’esercizio in cui è stata fatta l’operazione sembrerebbe inesistente e su un conto corrente estero. anche io ho bisogno del vostro aiuto. grazie

Paolo

Buonasera sono vittima di una frode con la carta di credito e l’assicurazione non rimborsa nonostante la denuncia fatta ai carabinieri, la cifra è importante, dicono che ho fatto io la richiesta di transazione perché ho inserito il secure code ma io non ho fatto nulla, come posso fare per riavere il maltorlo? grazie

Paolo

scusate, maltolto

vania

Buongiorno Paolo,
sono anch’io vittima di una clonazione con le stesse caratteristiche, anche x me cifra importante….ancora non ho una risposta dal circuito ma ogni volta che chiedo mi dicono che “però risulta un acquisto autorizzato con le credenziali”….. Stiamo a vedere….Lei ha più avuto risvolti?
Grazie, vania

carla

bravissimi per fortuna ci siete la mia banca fa storie se avrò bisogno vi contattero grazie

Laura

Buonasera, quali sono gli estremi di sentenze o altre leggi a cui posso avvalermi visto che anche la mia banca sta facendo storie per rimborsarmi? Grazie mille

Unione Nazionale Consumatori
Unione Nazionale Consumatori

Gent.ma Laura, la ringraziamo per la segnalazione che può inoltrare utilizzando lo sportello dedicato che trova in questa pagina http://www.consumatori.it/segnalaci-il-tuo-problema/ avendo cura di scegliere “Banca e risparmio” nel menu “Argomento”.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori