Notai e Consumatori, la Carta dei diritti del cittadino

1 commento  |   stampa  |  pdf

Una Carta dei diritti del cittadino che ribadisce un principio su tutti: l’indipendenza e l’imparzialità cui il notaio è tenuto. Primo in Italia fra gli ordini professionali economico-giuridici, il Consiglio Nazionale del Notariato ha presentato la “Carta dei Diritti del cittadino nei rapporti con il notaio” realizzata insieme a dieci associazioni di consumatori. La Carta vuole far conoscere le garanzie offerte dal notaio nell’esercizio della sua funzione pubblica, informare il cittadino dei suoi diritti e render trasparente e più facilmente comprensibile la professione.

Dopo l’esperienza delle guide realizzate con le associazioni dei consumatori – esperienza che proseguirà a settembre con due nuove iniziative – e proprio mentre si cerca di capire quali saranno gli sviluppi del contestato ddl concorrenza, il Notariato mette nero su bianco una carta dei diritti del cittadino che sarà disponibile in tutti gli studi notarili nonché nelle sedi delle associazioni dei consumatori che hanno contribuito a questo lavoro (oltre alla nostra Unione: Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino).

Competenze del notaio, diritti del cittadino, garanzie, responsabilità del notaio, impegno personale e consulenza: queste le sezioni con cui la Carta si presenta al cittadino proponendosi come strumento agile per orientare l’utente nella complessità della prestazione notarile e renderlo consapevole delle garanzie offerte dall’atto pubblico nelle operazioni economiche che riguardano famiglia, casa, mutui, successioni, società ed enti.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 17 luglio 2015

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Marisa Del Vecchio

Penso che il “manifesto dei notai” sia una caso eclatante di “Excusatio non petita, accusatio manifesta”. E’ chiaro infatti il tentativo di continuare a mantenere le rendite di posizione che derivano da una attività svolta in esclusiva , mentre potrebbe essere tranquillamente stesa a avvocati, dottori commercialisti, segretari comunali…perchè deve essere ancora oggi il notaio a “leggere” un mutuo il cui testo è interamente predisposto dalla banca?

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori