Nuove regole sulla bolletta

17 commenti  |   stampa  |  pdf

Con la delibera 258/2015/R/com, l’Autorità per l’energia ha introdotto alcune nuove norme in tema di morosità e di rateizzazione delle bollette. Le nuove regole sulla procedura di messa in mora hanno l’obiettivo di evitare la sospensione della fornitura per morosità qualora il cliente non abbia ricevuto la comunicazione in tempo utile per effettuare il pagamento, con riferimento a ciascuna fattura non pagata. Inoltre, prima di richiedere la sospensione per morosità in caso di conguagli o di importi anomali, il venditore deve comunque rispondere ai reclami scritti dei clienti.

In caso di mancato rispetto di queste regole, sono previsti indennizzi automatici per il cliente: 30 euro se la fornitura viene sospesa per morosità nonostante il mancato invio della comunicazione di costituzione in mora per raccomandata; 20 euro se la fornitura viene sospesa per morosità e il venditore, pur avendo inviato la raccomandata, non ha rispettato le tempistiche previste. In questi casi inoltre non può essere richiesto il pagamento di alcun ulteriore corrispettivo per la sospensione o riattivazione della fornitura.

Inoltre, nei casi di clienti con morosità reiterata che non hanno diritto al bonus sociale, si potrà incrementare il deposito cauzionale, con una riduzione dei tempi obbligatori per il pagamento delle bollette dalla costituzione in mora (10 giorni rispetto ai 20 previsti per tutti).

Restano sempre in vigore le norme per cui, in caso di bollette non pagate, il venditore non potrà procedere alla richiesta di sospensione della fornitura senza prima aver inviato al cliente finale, per raccomandata, una comunicazione di messa in mora con l’evidenza, tra gli altri, del termine ultimo entro il quale il cliente è tenuto a provvedere al pagamento e del termine minimo tra questa scadenza e la data in cui potrà essere richiesta la sospensione della fornitura (termine che non potrà essere inferiore a 3 giorni lavorativi calcolati dall’ultimo giorno utile per il pagamento).

Riguardo alle nuove norme in tema di rateizzazione delle bollette di elettricità e gas, questa potrà essere richiesta anche dopo la scadenza di pagamento. In particolare, per i clienti del Mercato Tutelato, la richiesta di rateizzazione potrà essere effettuata anche entro i 10 giorni successivi al termine fissato per il pagamento della fattura (finora la domanda non poteva essere inviata dopo la scadenza), cioè entro 30 giorni dalla sua emissione, invece dei 20 attuali. Inoltre, sempre per i clienti di elettricità e gas del Mercato Tutelato, il venditore deve offrire obbligatoriamente la rateizzazione al cliente, nei casi di fatturazione a conguaglio o di addebito di consumi non registrati dal contatore per malfunzionamento non imputabile al cliente.

Autore: Marco Vignola
Data: 17 giugno 2015

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

maurizio

Buongiorno, vorrei sapere se si ha già una rateizzazione in corso con enel, se ne può chiedere un’altra ? ( l’importo è molto consistente ) Grazie

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Maurizio, generalmente ENEL, non concede rateizzazioni su rateizzazioni, preferisce, prima di concedere una nuova, si estingua la vecchia… se ha bisogno di maggiori informazioni può contattare i nostri consulenti dell’energia mandando un’email a energia@consumatori.it.

Leonardo

nel mese di giugno ho ricevuto la fattura con scadenza 23 ma l’addebito in banca è stato fatto il 13!!! Adesso siamo al 1 luglio ed ho ricevuto nuova fattura con scadenza 11!!! Ma è possibile? è regolare? a chi mi devo rivolgere per segnalare questo “abuso”?
Grazie

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Leonardo, ci mandi un’email con maggiori dettagli all’indirizzo energia@consumatori.it, i nostri esperti le diranno cosa fare!
Grazie

Sefano

Rientro a casa e… Corrente abbassata! Addirittura 3 lampadine mi fanno saltare la corrente. Ho sempre regolarmente pagato poiché ho addebito su cc ed anche le ultime bollette risultano pagate. Sembra che una bolletta di 4 mesi fa non è andata a buon fine. Non ho ricevuto avvisi, raccomandate o altro! Chiedo ad eni e non mi mandano nulla! Vergognatevi! Eni sei una vergogna criminali!

michele

Salve, giorno 2 febbraio si esce di casa con regolare corrente elettrica, ore 13.30 si rientra a casa contatore interno appartamento, ma assenza di corrente; telefono immediatamente adAcea MAGGIOR TUTELA , VENGO A CONOSCENZA solo così di essere moroso, errore mio fanno bene anche a togliere energia elettrica, anche se non ho ricevuto ne bollette ne tanto meno raccomandate, mandate da loro con una agenzia esterna….colpa mia lo stesso, ho comprato la casa a roma in un grande condominio, avrei dovuto comprarla ai parioli, possibilmente ina villetta unifamiliare! !! Cmq pago 245.00 euro il 2/02/16, invio tramite fax bonifico pagato, ma rimango OSTAGGIO DI ACEA PER CIRCA 20 GIORNI; DOPO non so quante mattine passate a via ostiense sentendo un giorno una cosa e un giorno un’altra! !! Ho provato a sentire altri gestori, ma niente l’ACEA NON MI HA LIBERATO…mia figlia 9 anni non ha ancotra recuperato la tranquillità …..

Giuliano

Buonasera. Vi scrivo qui quello che mi sa successo con eni. Mi arriva la boleta con 50 euro in piu per le spese per tentativo di chiusura eseguito con esito negativo. Significa che ho pagato la boleta in ritardo; perro non e vero ; boleta e stata pagata con 4 giorni prima del termine limite….. Vergoniati eni

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori