Antitrust: multa di 110.000 euro alla Mitsubishi

commenta  |   stampa  |  pdf

Cosa fareste se il veicolo che avete acquistato per portare a scuola vostro figlio venisse classificato dalla Polizia Stradale come autocarro e privato della carta di circolazione? Dopo una fase iniziale di sbigottimento, sicuramente protestereste contro il concessionario che ve l’ha venduto sottolineandone l’ “uso familiare” e probabilmente invochereste l’intervento dell’Antitrust. Ed è esattamente quello che ha fatto l’automobilista che aveva scelto la Mitsubishi L200 Double Cab come veicolo per spostarsi con la propria famiglia e che ha ricevuto una pesante sanzione proprio per avere fatto del mezzo un uso familiare.

Nel descrivere minuziosamente l’episodio, il consumatore segnala all’Antitrust come l’acquisto del veicolo sia avvenuto sulla base delle caratteristiche contenute nel depliant della Mitsubishi Motors disponibile presso il concessionario; tali caratteristiche suggerivano chiaramente un utilizzo del mezzo di tipo familiare, includendo la possibilità di trasportare bambini e di guardare DVD nella console del sedile posteriore. Secondo la Polizia Stradale invece il veicolo è adibito esclusivamente al trasporto merci e pertanto inadatto a svolgere altre funzioni, come il trasporto di persone non addette a carico e scarico delle merci.

L’Antitrust ha accolto la segnalazione e svolto un’accurata istruttoria, da cui emerge l’esatta valutazione della Polizia Stradale e la scorrettezza dello slogan proposto dalla M.M. Automobili Italia S.p.A., società attiva nella vendita di autoveicoli a marchio Mitsubishi Motors. Da qui la decisione di assegnare alla società una sanzione di 110.000 euro per pratica commerciale scorretta e di obbligarla a pubblicare a proprie spese una rettifica.

Autore: Marco Migliaccio
Data: 28 luglio 2010

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori