ALIMENTAZIONE – Addio alla mozzarella verace

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 15 maggio 2009 – Mozzarelle e altri formaggi comuni possono essere fatti con polvere di latte anziché con il solo latte fresco. Secondo quanto riferisce l’Unione Nazionale Consumatori lo ha stabilito il Tribunale di Monza con una sentenza emessa su applicazione di un Regolamento comunitario (n. 853/2004) che ha praticamente cancellato una legge italiana di quasi mezzo secolo fa in base alla quale i formaggi dovevano essere fatti soltanto con latte fresco. La sentenza, osserva l’Unione Consumatori, riguarda una ditta denunciata per aver fabbricato mozzarelle con polvere di latte e assolta perché il Regolamento comunitario, noto soltanto agli addetti ai lavori, prevale sulla legge italiana, permettendo la fabbricazione dei formaggi anche con materie prime “trasformate” come polvere di latte, caseinati e altri derivati.

“Con uno zelo che rasenta il sadismo -commenta Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori-  la UE sta piano piano smontando tutte le norme nazionali che difendono la genuinità dei prodotti alimentari. Per i consumatori questa è un’altra mazzata, anzi un inganno perché pagheranno allo stesso prezzo mozzarelle e altri formaggi scadenti senza la possibilità di capire se sono fatti con latte fresco, a meno che il produttore non lo dichiari in etichetta. Si salvano i formaggi DOP, che hanno un proprio disciplinare, e la mozzarella con la scritta ‘specialità tradizionale garantita’ (STG), che deve essere fatta esclusivamente con latte fresco”.

Roma, il 15 maggio 2009

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori