ALITALIA: bene la multa, ma ora niente più “no show rule”

commenta  |   stampa  |  pdf

L’Antitrust ha multato la compagnia di bandiera per 320 mila euro: sono scorrette le limitazioni a usufruire della tratta di ritorno nel caso non si sia volato all’andata.

Roma, 16 novembre 2015 – L’Antitrust ha deciso di sanzionare Alitalia con una multa da 320mila euro per “reiterata inottemperanza” in relazione alla delibera del 2013 con la quale venivano punite le limitazioni ad usufruire della tratta di ritorno nel caso non si fosse volato all’andata con la compagnia.
“Ora speriamo che capiscano!” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la multa comminata dall’Antitrust.
“I nostri sportelli sono intasati dalle segnalazioni relative alle compagnie aeree e a pratiche commerciali scorrette come queste” ha proseguito Dona.
“La libera mobilità del consumatore è un diritto oltre che un fattore di efficienza economica. Libera circolazione significa anche poter scegliere la compagnia che più ci piace e che pratica i prezzi migliori, senza vincoli tra l’andata ed il ritorno. A maggior ragione se si considera che questa estate il trasporto aereo ha avuto rincari ingiustificati, vere e proprie speculazioni, visto il calo del prezzo del carburante. In agosto ci sono stati aumenti mensili del 23,8% per il trasporto aereo passeggeri: +18,9% per i voli nazionali, + 26,9% per i voli europei e + 22,7% per i voli intercontinentali. Una ragione in più per potersi spostarsi liberamente da una compagnia all’altra e da un viaggio all’altro” ha concluso Dona.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori