AMBIENTE – Arresto per chi lascia un pezzo di plastica sul terreno

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 27 gennaio 2009 – “È veramente inconcepibile che sia condannato a tre mesi di galera chi lascia un pezzo di plastica o di metallo sul terreno”. È quanto denuncia l’Unione Nazionale Consumatori secondo la quale l’ordinanza del Ministero della Salute, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 17 gennaio scorso, è un’enorme astrusità rispetto alle pene o sanzioni previste per reati ben più gravi. L’ordinanza punisce con l’art. 650 del Codice penale chiunque mette o abbandona esche avvelenate che possano nuocere “all’incolumità delle persone, degli animali e dell’ambiente, compresi vetri, plastiche e metalli”. L’ordinanza ha chiaramente lo scopo primario di proteggere la fauna dai bocconi avvelenati, ma presa alla lettera potrebbe sottoporre un qualunque cittadino all’arresto fino a tre mesi, previsto dall’art. 650 del Codice penale, per aver violato l’ordinanza stessa soltanto per aver lasciato sul terreno un pezzo di plastica o una lattina di bibita, che notoriamente non vengono mangiati dagli animali.

Roma, 27 gennaio 2009

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori