ASSICURAZIONI – Ci vuole subito l’Agenzia antifrode

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 8 luglio 2010 – “Per diminuire il numero e la gravità degli incidenti è necessario istituire finalmente un’agenzia antifrode per i sinistri auto. Finora è mancata la volontà di combattere seriamente il fenomeno dei sinistri fraudolenti o gonfiati, perché è più semplice aumentare i prezzi delle polizze facendo così pagare agli assicurati diligenti i costi derivanti dalle truffe”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando la relazione del Presidente dell’Ania Fabio Cerchiai.

“Secondo i dati dell’Isvap riferiti al 2005 -osserva Dona- sarebbero collegati ad attività fraudolenta oltre 90 mila sinistri l’anno, il 3 per cento del totale contro il 5 per cento della Francia e il 10 per cento della Gran Bretagna. Se è vero, come sostiene l’Ania, che il dato relativo all’Italia non corrisponde alla realtà, qual è allora quello veritiero? La risposta è molto importante perché l’incidenza della “sinistrosità fraudolenta” sui prezzi è diventata un fattore fondamentale, poiché determina la differenza di prezzo di una polizza tra una provincia e l’altra e quindi fornisce la giustificazione degli aumenti tariffari che hanno reso l’Italia negli ultimi quindici anni il paese con le polizze più care d’Europa”.

“Se solo si decidesse di contrastare con decisione il fenomeno dei sinistri fraudolenti -conclude Dona- i prezzi delle tariffe potrebbero scendere anche del 15 per cento”.

Roma, 8 luglio 2010

Cerca un altro comunicato

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori