AUTO – Iniquo e controproducente l’aumento del PRA

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Un decreto del Governo Monti ha aumentato le tariffe del PRA: l’Unione Nazionale Consumatori protesta contro questo provvedimento e richiede una riforma complessiva della politica dell’auto.

Roma, 10 aprile 2013 – "Il recente ‘ritocco’ delle tariffe per le formalità del PRA rappresenta l’ultimo esempio della miopia strategica che affligge la politica e l’esecutivo in carico, preda delle lobby e prodigo di contentini". E’ quanto dichiara Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), in riferimento al decreto del governo Monti che ha aumentato di circa il 30% gli onorari da corrispondere all’Automobile Club d’Italia per le formalità inerenti alla tenuta del Pubblico registro automobilistico.

"Non è un mistero -afferma Caracciolo- che l’ACI fosse in difficoltà vista la crisi del mercato dell’auto, ma non possono essere i consumatori, già in difficoltà economica, a doverne fare le spese; senza contare che i costi burocratici (sia in caso di un acquisto nuovo che di un passaggio di proprietà) sono tra i più alti in Europa (in Germania per immatricolare un’auto servono circa quaranta euro; in Italia occorrono una centinaia di euro)".

"La nostra protesta -conclude l’esperto- non si ferma a questo singolo provvedimento, tanto iniquo quanto controproducente, ma ribadiamo la necessità di una politica complessiva dell’auto, che coniughi il rispetto delle necessità primarie dei consumatori e la ripresa dello sviluppo del Paese".

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori