BENZINA – Il prezzo del greggio uno specchietto per le allodole

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 4 settembre 2008 – “Discettare sul rapporto tra il prezzo del greggio e quello dei carburanti è interessante, ma poco utile per le tasche dei cittadini”. E’ quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, secondo cui l’andamento del prezzo della benzina segue evidentemente l’andamento del prezzo del greggio, ma non c’è sincronia tra i due, sia quando i prezzi aumentano sia quando calano.

Il vero problema – prosegue la nota dell’Unione Consumatori – è costituito dalle tasse e dalle accise, che costituiscono più del 50% del prezzo al consumo. Le accise, in particolare, sono state introdotte per far fronte ad eventi straordinari e poi non sono state più cancellate:  1 millesimo di euro ancora si paga per la guerra d’Abissinia del 1935, 7 millesimi sono richiesti per la crisi di Suez del 1956, 5 millesimi servono per l’alluvione di Firenze del 1966 e 2 centesimi si spendono per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004 (il totale delle sole accise comprensivo di IVA ammonta a 30 centesimi al litro). Ciò significa che l’andamento del prezzo del greggio incide sulla parte del prezzo finale legata al prodotto, ma non sulla componente fiscale. Perciò, ha poco senso parlare di una diminuzione del costo della benzina proporzionale alla diminuzione del prezzo del greggio, perché quest’ultimo è solo una  frazione del costo della benzina alla pompa: è necessario eliminare le accise, che gravano indistintamente sui consumatori e non rispondono ai principi di equità e proporzionalità della tassazione.

Roma, 4 settembre 2008

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori