ENERGIA E GAS: ottima notizia, nel mercato tutelato i prezzi si abbassano

3 commenti  |   stampa  |  pdf

Dal 1° aprile per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registra un ribasso del 5%, mentre la bolletta gas scende del 9,8%. Sono i dati dell’Authority.

Roma, 30 marzo 2016 – “Ottima notizia. L’Autorità ha tenuto conto dell’andamento del mercato energetico. E’ la dimostrazione che i prezzi di riferimento del mercato tutelato funzionano e che la sua abolizione, prevista nel ddl concorrenza per il 1° gennaio 2018, è solo un regalo alle compagnie ed un sopruso nei confronti delle famiglie” ha dichiarato Pieraldo Isolani, Responsabile settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Nel mercato libero, infatti, chi ha optato per i prezzi bloccati non ha usufruito delle riduzioni di prezzo che ci sono state a partire dal 2015. Non per niente, in media, chi ha rinunciato al mercato di maggior tutela ha finito per pagare, secondo gli ultimi dati disponibili, il 16,7% in più per la luce (+42,5 euro annui la famiglia tipo) ed il 7,9% per il gas (+68,2 euro annui), per una maggior spesa complessiva di 121 euro annui” ha proseguito Isolani.

“Ecco perché chiediamo che nel ddl concorrenza sia rivista la data del 1° gennaio 2018 e, comunque, sia prevista un’asta competitiva internazionale per assegnare i lotti di clienti che rimarranno nel mercato tutelato invece di essere assegnati al previsto servizio di salvaguardia, che salvaguarda solo i guadagni e gli interessi delle imprese” ha concluso Isolani.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Raffaele

Meno male che i prezzi sono ribassati. Già perchè solo di quota di consumo (kw/h) ho avuto un aumento di circa 30€ e se non c’era il ribasso l’aumento sarebbe stato di 100€?
Mai credere ai venditori di fumo e ai politici!

Fabio Ferretti

Non si potrebbe varare una petizione per far sì che il governo non abolisca il mercato tutelato?

Claudio

Con il nuovo formato della bolletta è stato introdotto il costo medio della bolletta che per altro mi calcolo regolarmente. Nel periodo 16 gen 18 mar 16 il costo medio è stato di 0.34€ Kwh. Lo stesso dato pari periodo 2015 0.27€KWh. Chiesto spiegazioni ad ENI risposta rivolgersi a Renzi per incremento tassazione. Ma voi siete sicuri che c’è effettivamente una riduzione.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori