CANONE RAI: fino al 16 maggio per la dichiarazione sostitutiva

4 commenti  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Finalmente un chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate: i contribuenti avranno più tempo per la dichiarazione in forma cartacea e online.

Roma, 21 aprile 2016 – I contribuenti hanno più tempo per presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla Tv. Il termine viene spostato al 16 maggio 2016 sia per la dichiarazione in forma cartacea che online.

“Finalmente una parola chiara. Era ora che si passasse dalla parole ai fatti concreti, visto che mancavano 9 giorni alla scadenza. Eravamo stufi degli annunci del sottosegretario Giacomelli, privi di valor legale. I complimenti, quindi, all’Agenzia delle entrate che chiarisce almeno uno degli aspetti ancora in sospeso, dando un termine più congruo per presentare la dichiarazione sul canone Rai” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Giuseppe

Con un nucleo familiare di 4 persone,tutti disoccupati,e con la mia pensione di 10400 euro l’anno.devo pagare il canone rai?

gianni

cosa debbo fare ENEL intestata a mia moglie TV a me come debbo conportarmi e cosa debbo fare

grazie

Goffredo

Mi aspetto che questa associazione, alla quale sono iscritto, faccia ricorso contro una modalità di tassazione totalmente incostituzionale… Se si può mettere una tassa “presumendo” che io possieda un televisore, potranno, in futuro, inserire qualsiasi tassa il governo vorrà, basandosi solo sulla “presunzione”.
Siamo alla follia pura.

ROBERTO

Salve,
io e mia moglie siamo comproprietari di uno stabile di 2 appartamenti,in uno dei quali risiede mia moglie e l’altro è per me seconda casa.Non esistono apparecchi televisivi come comunicato da tempo a Torino. L’utenza luce unica è a mio nome, le tasse vengono pagate rispettivamente a nome di ognuno. Chiedo cortesemente chi dei due deve presentare l’autocertificazione di non possesso TV e se io potrò, a questo punto, utilizzare un TV nella mia abitazione senza dover pagare il canone.
In attesa ringraqzio e saluto cordialmente

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori