CANONE RAI: complesso incrociare i dati, rimborsi per i consumatori

9 commenti  |   stampa  |  pdf

Dopo l’ammissione dell’Agenzia delle Entrate in merito alle difficoltà sul canone Rai  per individuare la famiglia anagrafica, l’Unc stima 5 milioni di richieste illegittime e auspica che i consumatori siano rimborsati con la prima bolletta utile.

Roma, 2 marzo 2016 – Secondo il direttore gestione tributi dell’Agenzia delle Entrate, Paolo Savini, per il pagamento del canone Rai in bolletta “assume cruciale importanza la corretta individuazione della famiglia anagrafica”, ma questa individuazione “risulta particolarmente complessa” e dovranno essere i Comuni a trasmettere i dati relativi alle famiglie anagrafiche.

“Grave ammissione. Il fatto che l’Agenzia delle Entrate, dopo 2 mesi dall’entrata in vigore della Legge di stabilità, ammetta che l’individuazione della famiglia anagrafica non solo non sia stata al momento risolta e sia particolarmente complessa, ma richieda ancora l’invio dei dati da parte dei Comuni, dimostra che a luglio verrà fatta pagare al consumatore il costo di questa operazione!” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Per questo, se è vera l’ipotesi di bozza di decreto apparsa oggi su Repubblica, è ancor più inaccettabile che le società elettriche abbiano 6 mesi di tempo per restituire il maltolto al consumatore per i pagamenti non dovuti del canone. Chiediamo che i rimborsi  avvengano nella prima bolletta utile dopo l’invio della richiesta da parte del cliente e della dovuta autocertificazione” ha proseguito Dona.

“Inoltre l’avviso di richiesta di pagamento del canone non può avvenire a luglio, ma nella bolletta precedente, in modo che al consumatore sia dato il giusto tempo per far valere l’autocertificazione ed impedire il prelievo in automatico sul conto corrente” ha concluso Dona.

L’Unione Nazionale Consumatori ricorda che tra la data di emissione della bolletta della luce, non quindi quella di ricevimento a casa dell’utente, e la scadenza della fattura passano solo 20 giorni, e che a luglio, periodo di invio della prima maxi rata del canone Rai,  molti italiani sono in vacanza, ivi compresi i portalettere.  Il rischio, quindi, di ritrovarsi ad aver pagato un canone non dovuto è alto. Ancor più alto se consideriamo che a fare l’autocertificazione non saranno solo le poche migliaia di famiglie che non possiedono la tv, 944 mila secondo l’Istat, ma tutti quelli che riceveranno richieste indebite di pagamento. Considerato che il numero complessivo di clienti domestici di elettricità elettrica è di oltre 29 mln e 282 mila, dubitiamo che l’Agenzia delle entrate sia in grado di incrociare i dati senza errori per giungere a quei 24 mln e 199 mila di famiglie, 5 mln in meno, che secondo l’Istat hanno la tv e che dovrebbero pagare il canone. Insomma, c’è un potenziale di 5 milioni di famiglie che rischiano di ricevere richieste indebite di pagamento se i Comuni non forniranno in tempo i dati corretti delle famiglie anagrafiche.

 

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Alessandro Mantovani

Io pago il canone essendp possessore tv mentre mia moglie è intestataria della bolletta energetica; abbiamo la stessa residenza anagrafica. Giusto che nella bolletta precedente quella di Luglio ci sia la possibilità di autocertificazione di mia moglie di non possedere alcuna tv. Ma rimane un quesito: come pago io il canone se non sono intestatario della bolletta? Mistero

La redazione UNC
La redazione UNC

C’è una novità sull’argomento, anche se è solo in una bozza di un decreto non ancora approvata, e quindi soggetta ancora a possibili modifiche. Tra lei e sua moglie, sceglieranno sua moglie.
Ossia i vecchi abbonati saranno sostituiti dal componente della famiglia che paga la luce. Così si prevede, infatti, nella bozza: nei casi in cui il contratto della luce sia intestato ad un soggetto della famiglia anagrafica diverso dall’intestatario del canone, l’Agenzia delle entrate procederà d’ufficio alla voltura del canone di abbonamento televisivo al titolare del contratto.

Alessandro Mantovani

Se fosse vero il problema mio e di tanti altri sarebbe risolto.

La redazione UNC
La redazione UNC

Esatto.

Fabiola

Buongiorno, penso che nessuno pensa veramente la fascia debole, ci sono molte persone invalide con assegno inferiore ad € 300,00 mensile, pensionati che percepiscono meno di € 500,00 al mese, per cui non possono fare neanche la spesa per mangiare e cosa si fa si pensa a come pagare il canone Rai. Renzi non ne poteva pensare un’altra migliore che spolpare la povera gente, ma la notte dorme?Comunque la mia conclusione è quella che si dovrebbero tutelare le fasce deboli con l’esclusione di qualsiasi tassa. Saluti

La redazione UNC
La redazione UNC

E’ la nostra proposta. Abbiamo chiesto l’esenzione non solo per chi ha più di 75 anni, ma per tutte le famiglie, indipendentemente dall’età e che la soglia di esenzione sia elevata almeno a 10.000 euro

Murielle Danz

Sono 5 anni che non ho più la TV . L’ho anche scritto ma loro continuano a mandarmi ogni anno la bolletta da pagare. Nel 2010 mi sono trasferita in Romania poi tornata in Italia sono andata a stare a casa di mio figlio.
Cosa altro debbo fare per farli smettere di importunarmi ?

La redazione UNC
La redazione UNC

Autocertificare, autocertificare, au……

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori