CASPER – I consumatori chiedono dietrofront a Monti su aumento Iva

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

casper.jpg

Roma, 22 marzo 2012 – Le associazioni dei consumatori aderenti a Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) rivolgono oggi un appello al Premier Mario Monti e alle forze politiche italiane.

“Chiediamo a Monti di fare dietrofront sull’annunciato aumento dell’Iva previsto per ottobre, la cui aliquota passerà dal 21 al 23% – spiegano le 4 sigle – Si tratterebbe infatti di un aggravio di spesa pari a 418 euro annui a famiglia solo di effetti diretti, senza considerare gli arrotondamenti dei prezzi e i fenomeni speculativi. Cifra che va ad aggiungersi ai 385 euro di maggiore spesa a famiglia determinata dal precedente aumento dell’Iva di settembre, quando l’aliquota è passata dal 20 al 21%”.

“Ciò significa una stangata complessiva per effetto dell’Iva pari a 803 euro annui a famiglia. Una spesa – sostengono Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori – che molti nuclei familiari non possono permettersi di affrontare, e che spingerebbe migliaia e migliaia di cittadini nella fascia di povertà, con effetti disastrosi sul fronte dei consumi e relative ricadute negative sulle piccole e medie imprese. L’aumento dell’Iva, inoltre, accentuando la crisi delle imprese, porterebbe a licenziamenti di massa con effetti disastrosi anche sul fronte sociale”.

Per tali motivi Casper chiede oggi al Governo Monti di fare dietrofront sull’aumento dell’Iva al 23% ed evitare una catastrofe a danno dei consumatori e dell’economia.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori