COSE DA NON CREDERE: web ed energia le grandi incognite

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Secondo il nostro sondaggio “Vota le cose da non credere”, energia e web sono i settori sui quali i consumatori continuano ad avere molti dubbi; stabile la consapevolezza sul food, mentre è alto il grado di consapevolezza su salute e benessere.

Roma, 9 giugno 2014 – “Il web e l’energia si confermano i settori in cui regnano le ‘cose da non credere’ nella percezione dei consumatori; qualche dubbio, poi, si evidenzia nel food dove comunque gli italiani sanno scegliere; molto positivo il risultato sulla consapevolezza relativa a salute e benessere”. E’ questo, in sintesi, il quadro emerso dal sondaggio “Vota le cose da non credere”, diffuso dall’Unione Nazionale Consumatori, sul sito www.cosedanoncredere.it, volto a misurare il grado di consapevolezza dei consumatori italiani.

“Nell’ambito della campagna ‘Cose da non credere’, il cui momento principale è stato l’evento dello scorso 28 maggio a Villa Miani -afferma il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona (segui @massidona su Twitter)– ci siamo diverti a raccogliere le venti affermazioni più ricorrenti nell’opinione dei consumatori relative a food, energia, web, salute e benessere (argomenti a cui sono stati dedicati i quattro tavoli di lavoro del nostro evento). Abbiamo chiesto agli utenti del sito www.cosedanoncredere.it di votare per ciascuna affermazione se ritenuta ‘del tutto credibile’, ‘credibile’, ‘non credibile’, ‘affatto credibile’; in alcuni casi, i consumatori non hanno espresso un’opinione e hanno risposto, dunque, ‘non saprei’. A quattro affermazioni su cinque relative al mondo del web, gli utenti non hanno saputo rispondere, dimostrando che su internet regna ancora una certa opacità per quanto riguarda i pagamenti online, i comparatori di prezzo, l’effettivo risparmio negli acquisti“.

“Si confermano, poi -aggiunge Dona- molte incertezze sui temi dell’energia, aspetto di cui abbiamo discusso nel corso della plenaria dell’evento ‘Cose da non credere’ con il Presidente dell’Autorità per l’energia, Guido Bortoni: gli utenti del nostro sito, infatti, rispondono ‘non saprei’ all’affermazione ‘il mercato libero dell’energia e la scelta migliore per risparmiare’, e credono al luogo comune che ‘facendo la lavatrice di sera si risparmi sulle bolletta elettrica’ (affermazione che non è sempre vera, ma dipende dal contratto che l’utente ha con il fornitore!)”.

Secondo Massimiliano Dona, invece: “sono positivi i risultati sulla credibilità delle affermazioni relative a salute e benessere: i consumatori, infatti, non hanno alcun dubbio sull’importanza di rivolgersi al medico anche nell’utilizzo dei farmaci di automedicazione; non credono assolutamente che assumere regolarmente un integratore possa supplire ad un’alimentazione povera di frutta e verdurae si fidano dell’efficacia del farmaco generico; infine, in linea con i dati dello scorso anno, permangono i dubbi sul biologico: la maggior parte degli utenti ha risposto ‘non saprei’ all’asserzione ‘il biologico è più sicuro rispetto ai prodotti tradizionali’, indice che sul settore regnano ancora numerosi equivoci e luoghi comuni”.

Leggi i risultati completi del sondaggio da qui

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori