CULTURA – Inaccettabile lo “spread” del sapere

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

A margine dell’assemblea generale di Federculture Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori evidenzia l’importanza di una politica per la cultura e per i beni culturali.

Roma, 1 luglio 2013 – "I consumatori non possono più tollerare che al degrado ed alla illegalità dilaganti si aggiunga la trascuratezza della politica per la cultura e per i beni culturali e paesaggistici del nostro Paese".  E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), a margine dell’assemblea generale di Federculture che ha avuto luogo stamani in Campidoglio.

"Ha ragione il Presidente di Federculture Roberto Grossi -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- quando dichiara che il problema non è solo finanziario: è giunto il momento che ognuno si assuma le proprie responsabilità per rimediare ad una e propria crisi di ideali che ha per vittime i consumatori del nostro Paese ed i turisti che visitano l’Italia".

"La cultura -conclude Massimiliano Dona- è parte essenziale del benessere dei consumatori, che certamente sono afflitti dalla povertà dei bilanci familiari, ma che pagano anche la trascuratezza del nostro patrimonio, ascrivibile alla mancanza di una politica che oggi difetta di programmazione e strategia: c’è da sperare che, tra le tante emergenze, il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, con il Ministro Massimo Bray non perdano di vista le principali risorse del Paese".

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori