ECONOMIA: dati Istat da terzo mondo, si faccia riforma del fisco

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, nel 2013 il 28,4% delle persone residenti in Italia è a rischio povertà o esclusione sociale: “dati da Terzo Mondo” è il commento di Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori. “Numeri drammatici che danno la misura delle difficoltà che hanno le famiglie italiane ad arrivare a fine mese. Il lieve miglioramento rispetto al 2012 (-1,5%) non può certo consolarci” ha proseguito l’ avv. Dona.

“Il fatto che il 40,3% degli italiani dichiari di non riuscire a sostenere spese impreviste pari ad 800 euro spiega perché i consumi delle famiglie siano crollati, dal 2007 al 2013, dell’8,05% scendendo in termini reali di 79 miliardi. Per uscire da questa situazione bisogna che il Governo inserisca tra le sue priorità la riforma fiscale. Il dato di oggi, secondo il quale il 20% più ricco delle famiglie residenti in Italia percepisce il 37,7% del reddito totale, mentre al 20% più povero spetta il 7,9%, dimostra le necessità di avere un fisco più equo, che riduca le tasse che gravano sulle famiglie indipendentemente dal loro reddito. Le bollette di luce e gas, ad esempio, non vanno ridotte solo alle imprese, ma anche alle famiglie” ha concluso l’avvocato Dona (segui @massidona su Twitter).

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori