ECONOMIA: il fatturato del mercato interno crolla per la perdita del potere d’acquisto delle famiglie

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 20 ottobre 2014. “L’opposto andamento tra mercato estero ed interno conferma che usciremo da questa drammatica crisi quando avremo ridato capacità di spesa alle famiglie italiane e rilanciato il loro potere d’acquisto” è il commento di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, al dato Istat, secondo il quale, nel mese di agosto, il fatturato dell’industria ha registrato un incremento sul mercato estero ed una flessione su quello interno (su base annua -4,4% sul mercato interno e + 1,8% su quello estero).

L’Unione Nazionale Consumatori ricorda che nel secondo trimestre del 2014 il potere d’acquisto delle famiglie è diminuito dell’1,5% rispetto al 2013.

Tradotto in cifre è come se una famiglia di 3 persone avesse avuto, in un anno, una perdita equivalente a 503 euro, 441 per una famiglia di 2 componenti, 277 euro una persona con più di 65 anni, mentre per una coppia con 2 figli la stangata sale a 545 euro.

“Nessuna impresa, anche la più internazionalizzata, può fare del tutto a meno del mercato interno. Fino a che il potere d’acquisto delle famiglie viene eroso, i consumi degli italiani resteranno al minimo e non potremo avere quel balzo degli ordinativi indispensabile per combattere il dato impressionante della disoccupazione” ha concluso l’avvocato Dona (segui @massidona su Twitter).

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori