GAS – Rete europea sì, ma dov’è il fornitore?

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 23 luglio 2008 – “Una rete europea del gas è altamente auspicabile per i consumatori, ma per servire a qualcosa un gasdotto ha bisogno del gas e, quindi di un fornitore, che al momento non c’è”.

E’ quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, intervenendo sul dibattito attuale intorno all’ipotesi di realizzare in Europa una rete unica per il trasporto del gas.

“Il presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà – continua la nota dell’Unione Consumatori – ha ragione nel ritenere che una centrale unica d’acquisto avrebbe una forza contrattuale dieci volte superiore a quella di Eni o Gaz de France e nel definire drammatica la separazione proprietaria della rete. Tuttavia bisogna ricordare che l’Europa ha già colpevolmente mancato un primo fondamentale appuntamento: c’era la possibilità di realizzare entro il 2012 il gasdotto Nabucco, alternativo al fornitore russo, ma sono venuti meno 5 miliardi di euro necessari per completare l’opera e le sue possibili fonti di gas naturale sono ora quasi tutte sotto il controllo del monopolista russo Gazprom”.

 “Dobbiamo considerarci allora fortunati – conclude la nota dell’Unione Consumatori – se almeno fino al 2035 l’Italia, capace di consumare ogni anno circa 80 miliardi di metri cubi di gas naturale (ne importa dall’estero più dell’80%),  potrà ricevere il 30-35% del proprio fabbisogno di gas dalla Russia in virtù di un accordo tra Eni e Gazprom. In cambio, il monopolista russo entrerà nel mercato italiano della distribuzione vendendo direttamente, almeno per ora, fino ad un massimo di 3 miliardi di metri cubi di gas. C’è da chiedersi: quali saranno i costi per l’economia nazionale e i consumatori?”.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori