GE.RI: una nuova denuncia per recupero crediti aggressivo

11 commenti  |   stampa  |  pdf

Nonostante la multa dell’Antitrust di oltre 200 mila euro, molti consumatori denunciano il reiterato comportamento aggressivo di Ge.ri_Gestione Rischi S.r.l.

Roma, 27 gennaio 2016 “Ge.Ri persevera con una condotta intimidatoria e minacciosa nei confronti dei consumatori, per questo motivo chiediamo un nuovo intervento dell’Antitrust, dopo la sanzione di oltre 200 mila euro dell’estate 2015”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), annunciando una nuova denuncia nei confronti della società di recupero crediti Ge.Ri Gestione Rischi S.r.l.

Moltissimi consumatori, negli ultimi mesi hanno scritto agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori indignati dal comportamento aggressivo di Ge.Ri che, su incarico di diverse società di telecomunicazioni e dell’energia, ha sollecitato, per posta, e-mail, sms e telefonate, il pagamento di crediti (spesso non dovuti o comunque contestati), minacciando, in caso di mancato pagamento, azioni legali o visite domiciliari di un incaricato della società per agevolare la composizione bonaria del debito. “E’ inaccettabile -commenta Dona (segui @massidona su Twitter)- che una società di recupero crediti minacci i consumatori di ‘sopralluoghi a sorpresa presso gli indirizzi comunicati’ con un tenore assolutamente intimidatorio, idoneo a creare nel destinatario uno stato di preoccupazione.  Senza contare l’assurdità per cui i crediti richiesti non sono neanche accertati: molti consumatori ci segnalano di essere stati contattati per la riscossione di crediti nei confronti di società con le quali non hanno alcun rapporto contrattuale, così come casi in cui il sollecito giunge al consumatore, nonostante si sia già attivato per pagarlo alla società creditrice”.

“Ci auguriamo -conclude l’avvocato Dona- che l’Autorità intervenga tempestivamente anche in considerazione del fatto che si tratta di un comportamento reiterato e, in attesa che l’Autorità Antitrust verifichi l’opportunità e la legittimità delle comunicazioni inviate da  Ge.Ri.,  la società interrompa questo tipo di pratiche per evitare che altri consumatori, preoccupati dal tono dei solleciti, siano indotti a pagare importi non dovuti”.

I consumatori che avessero problemi con Ge.Ri. e altre società di recupero crediti, possono contattare i nostri esperti attraverso lo sportello http://www.consumatori.it/segnalaci-il-tuo-problema/ sul nostro sito.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Martina

Purtroppo, GERI è arrivata a fare stolking e non ne possiamo più. Chiamano da mesi dicendo che dobbiamo pagare un debito a fronte di una bolletta di alcuni anni addietro di un fornitore di telecomunicazioni che a loro dire non è mai stata saldata.
Non abbiamo mai ricevuto solleciti di pagamento dal nostro fornitore e siamo a tutt’oggi clienti dello stesso senza aver mai interrotto il rapporto, pertanto, la cosa ci sembrava strana.
Dopo, aver ricevuto la prima chiamata da geri, abbiamo subito fatto presente che non era possibile perché se fossimo stati insolventi nei confronti del fornitore, ci avrebbero già interrotto il servizio.
In ogni caso abbiamo contattato il servizio clienti del nostro operatore chiedendo la verifica di eventuali bollette insolute e l’operatrice ci risponde che a lei non risultava alcun problema nei nostri confronti.
Abbiamo chiesto all’ultimo operatore che ci ha disturbati di contattare lui personalmente il servizio clienti e verificare la nostra posizione. Si sbagliano e non ne possiamo più. Ci rivolgeremo al nostro avvocato se continueranno a fare Stolking.

Gisella

Io ho avuto a che fare con la GERI e non solo mi hanno risolto il problema con la compagnia telefonica ma ho potuto fare un pagamento rateale. Spero di non doverli più sentire ma soltanto perché spero di non dovermi più trovare con bollette non pagate

Gisella

Scusate, io sono stata contattata dalla suddetta società e mi hanno non solo aiutata a risolvere il mio problema con la società di telefonia ma anche aiutata a pagare in maniera rateale. sono stati gentilissimi e professionali. Spero di non essere più contattata solo per il fatto che spero di non rimanere più indietro con il pagamento delle bollette

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori