ROMA: come chiedere danni per storni e strade impraticabili

commenta  |   stampa  |  pdf

Il problema degli storni e del conseguente guano presente in alcune aree di Roma sta provocando danni notevoli ai cittadini romani, addirittura c’è chi parla di rischio tubercolosi. I cittadini possono chiedere danni al Comune…

Roma, 5 gennaio 2015 –  “Invitiamo i cittadini romani a chiedere i danni al Comune e chiediamo al commissario straordinario, come parziale compensazione per i disagi patiti, parcheggi gratis nelle zone invase e infestate dagli storni. Non è possibile che i romani vivano un incubo alla Hitchcock e che non si riesca a risolvere un problema noto da decenni” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Vogliamo comunque tranquillizzare i romani su alcune leggende metropolitane apparse in questi giorni su alcuni giornali. Non è vero che nelle feci degli storni ci sia il batterio della tubercolosi” ha proseguito Dona.

Di seguito i consigli dell’Unione Nazionale Consumatori su come procedere nella richiesta dei danni al Comune:
1) Restate sul posto.
2) Annotate l’indirizzo di eventuali testimoni che abbiano assistito all’ evento dannoso, utili per aumentare la possibilità di essere risarciti.
3) Chiamate subito i vigili, in modo che possano procedere agli accertamenti e fotografare le condizioni della strada. Poi richiedete copia della relazione di servizio e delle foto scattate.
4) Nell’attesa che i vigili intervengano, scattate subito con il cellulare una foto della strada e del guano. Se non riuscite a contattare i vigili recatevi successivamente a presentare denuncia (utile ma non indispensabile per ottenere il risarcimento).
5) Onde evitare che il Comune, ad esempio in caso di caduta o di incidente stradale, possa tentare di attribuirvi una qualche responsabilità per non aver evitato il guano o per non aver camminato con la giusta cautela e prudenza, sostenendo che fosse visibile ed evitabile, fate notare ai testimoni e fate verbalizzare ai vigili non solo il guano su cui siete scivolati ma anche le condizioni della strada e del marciapiede, ossia del contesto in cui si trova (con un totale della strada, in modo da dimostrare che non era evitabile).
6) Se avete subito danni fisici recatevi al Pronto Soccorso e poi dal vostro medico di famiglia. In tal caso si consiglia di rivolgersi subito all’UNC  attraverso il nostro sportelloConservate tutta la documentazione medica e le spese sostenute (ricette, farmaci, etc).
7) Segnalate l’incidente alla vostra compagnia assicurativa.
8) Sia nel caso dobbiate portate la macchina dal meccanico e/o dal carrozziere per via di un incidente, sia nel caso dobbiate portare la macchina a lavare, scattate una foto del danno subito e fate conservare i pezzi rotti sostituiti. Aspettate prima di far effettuare la riparazione in modo che possa intervenire il perito della controparte. Fatevi rilasciare regolare fattura/ricevuta.
9) Inviate una raccomandata a/r al Comune di Roma chiedendo i danni e allegando tutta la documentazione: relazione dei vigili, foto della strada e/o marciapiede, foto del danno subito, fattura del meccanico e/o autolavaggio, tutte le ricevute delle spese sostenute (taxi, auto sostitutiva, spese mediche…). Nel caso ci sia una prognosi del Pronto Soccorso o nel caso di ingenti danni al veicolo, meglio far scrivere la raccomandata dall’Unione Nazionale Consumatori.
10) In caso di controversie, dubbi o richieste di assistenza, è sempre possibile contattare gli esperti dell’Unione Nazionale Consumatori attraverso lo sportello dedicato o scrivendo un’email a segnalazioni@consumatori.it.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori