IMU – E’ davvero “tax free”?

1 commento  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Bene l’abolizione dell’Imu, ma è fondamentale vigilare sui balzelli. Il commento dell’Unione Nazionale Consumatori.

Roma, 2 settembre 2013 – "L’abolizione dell’IMU darà respiro alle famiglie soltanto se si dimostrerà un provvedimento ‘tax free‘, come assicurato dal Presidente del Consiglio Enrico Letta". E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), in riferimento alle notizie riguardanti un giro di aumenti conseguente alla cancellazione dell’imposta sulla casa.

"I contribuenti -aggiunge Antonino Armao, esperto dell’Unc di tasse e tributi- non sono disposti ad accettare trasformismi fiscali e giochi sulle loro spalle: eliminare l’Imu, per meri motivi politici, facendo pagare ai cittadini vecchie tasse dai nuovi nomi fantasiosi, sarebbe una vera e propria frode. La pressione fiscale, piuttosto, deve essere ridotta tagliando la spesa pubblica improduttiva e aumentando l’efficienza dei servizi".

"La conversione della Tares in una ‘Service Tax‘ -prosegue Armao- ci auguriamo renda il sistema della tassazione locale più equo e trasparente e sia anche l’occasione per abolire quelle imposte parassitarie che, finora, sono sfuggite al controllo dell’opinione pubblica (come i contributi di bonifica, un vero e proprio balzello richiesto ai cittadini dal sottobosco delle clientele politiche locali)".

"Il passo successivo -conclude Dona (segui @massidona su Twitter)- è scongiurare l’aumento dell’Iva che, se si realizzasse, avrebbe effetti deleteri sul potere d’acquisto delle famiglie, ma anche sull’intera economia del Paese che, finalmente, sembra registrare una debole ripresa".

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Vincenzo

Prima con ICI la casa, avuta in eredità da mio padre e data in uso gratuito a mia sorella dove abita era considerata prima casa. Ora, con L’IMU viene considerata seconda casa con una tassazione pari a 10,6, perché la tassazione viene applicata non più sul bene come servizio ma come proprietà.
Vi domando se ciò é costituzionale.

Grazie
Vincenzo

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori