ISTAT: focus su inflazione

commenta  |   stampa  |  pdf

Per le famiglie non c’è la deflazione: colpa della media del pollo

Roma, 9 agosto 2016 – Secondo il focus dell’Istat relativo alla conoscenza dei dati economici da parte dei consumatori, resta molto elevato il grado di approssimazione espresso per l’andamento dell’inflazione: la media dichiarata (+3,8%) è ancora molto distante dal dato ufficiale (-0,2%, riferito a  marzo 2016).

“Questi dati dimostrano che non basta più dare l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, la solita media del pollo che finisce per non rappresentare nessuno. Bisogna fornire mensilmente l’inflazione per ogni  tipologia familiare e per classi di spesa. Chiediamo, ad esempio, di sapere l’inflazione che hanno i pensionati al minimo, certamente superiore a quella di una famiglia media che non esiste nella realtà, da 2,34 componenti. In questi anni, inoltre, mentre l’inflazione scendeva, le spese obbligate continuavano ad aumentare di prezzo, anche se con ritmi più contenuti rispetto al periodo precrisi” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Per questo, come facciamo noi dell’UNC, bisogna dare una misura del costo della vita. Non è possibile che se una cosa si abbassa di prezzo quando non ne abbiamo bisogno e poi si alza quando l’acquistiamo, le media sia pari a zero. Troppo comodo che i prezzi dei pacchetti turistici scendano quando nessuno va in ferie e poi spicchino il volo quando si va in vacanza” conclude Dona.

L’associazione ricorda che a luglio, in un solo mese, i prezzi del Trasporto aereo passeggeri sono saliti del 21,3% rispetto a giugno, il Trasporto marittimo del 26,5%, i Villaggi vacanza e campeggi del 19,4%, i Pacchetti vacanza dell’11,1%.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori