NATALE – Più sicurezza per i giocattoli sotto l’albero

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

E’ fondamentale garantire l’incolumità dei bambini con giocattoli sicuri; ecco i consigli dell’Unione Nazionale Consumatori per acquisti consapevoli

Roma, 21 dicembre 2013 – "Non mettiamo a rischio l’incolumità dei nostri bambini, ma assicuriamoci che i giocattoli che troveranno sotto l’albero siano sicuri”. E’ quanto auspica Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori,  invitando i genitori ad acquisti consapevoli, in vista del Natale.

"Il rischio di prodotti con etichette irregolari o con sostanze chimiche in quantità pericolosa -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- sono in agguato tutto l’anno, ma è soprattutto con l’arrivo delle festività natalizie, quando si acquistano più giocattoli, che i pericoli aumentano; la Direttiva europea 2009/48 sulla sicurezza dei giocattoli fissa le linee guida sul tema: in generale le regole europee, recepite in Italia dal decreto legislativo 54 dell’11 aprile 2011, stabiliscono che tutti i giocattoli commercializzati all’interno degli Stati membri dell’Ue devono recare il marchio di conformità CE, attraverso il quale il produttore dichiara di aver valutato il prodotto rispetto ai requisiti di sicurezza europei prima di metterlo sul mercato. I requisiti riguardano molti aspetti come la tracciabilità,  le avvertenze e le istruzioni, il design sicuro, le sostanze chimiche e la sicurezza".

“Per acquistare in sicurezza, dunque -aggiunge il Segretario generale- è bene leggere attentamente le etichette del prodotto, controllando che oltre al marchio CE vi siano contrassegni volontari, come ad esempio il bollino ‘Giocattoli sicuri’ rilasciato dall’IISG o il marchio IMQ per i prodotti elettrici. Sull’imballaggio o sul giocattolo stesso, poi, devono essere indicati nome e indirizzo del fabbricante o del distributore e l’età per cui il giocattolo è stato concepito. Se si tratta di giochi non adatti a bambini con meno di 3 anni, deve essere segnalato, magari con il tradizionale ‘fantasmino’, vale a dire un simbolo costituito da un cerchio barrato con all’interno una testa di bimbo e la scritta ‘0-3’. E’opportuno -conclude Dona- controllare che piccole parti (come bottoni, occhi, naso dei pupazzi) non si stacchino rischiando che il bambino le metta in bocca; inoltre è importante verificare che ci siano delle istruzioni anche in italiano che, ricordiamo, vanno sempre conservate anche dopo aver buttato gli imballaggi”.

Per maggiori informazioni leggi l’articolo "Giocattoli sicuri per i più piccoli"

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori