RENAULT: vanno aggiornate le norme e le procedure europee

commenta  |   stampa  |  pdf

Dubbi su Renault e un possibile coinvolgimento in un nuovo scandalo sulle emissioni. Per Unc è necessaria un’indagine a 360 gradi e aggiornare le norme europee.

Roma, 14 gennaio 2016 – In relazione alle notizie di stampa emerse su Renault ed il possibile coinvolgimento della casa automobilistica nello stesso meccanismo di interferenza con i test di omologazione per le  emissioni che ha colpito la Volkswagen, l’Unione Nazionale Consumatori reitera la richiesta, fatta fin dall’inizio dell’affaire Volkswagen, ossia la necessità di un’indagine a 360 gradi su tutte le case automobilistiche.

“I risultati di prove fatte in laboratori scelti dalle case dovrebbero essere almeno verificati. Per questo è necessario rivedere al più presto le procedure europee per rendere i risultati dei tests più aderenti alle effettive condizioni di utilizzo” ha dichiarato Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Sia l’autorità di omologazione che i servizi tecnici, ossia gli enti designati dall’autorità di omologazione di uno Stato membro come laboratori per l’esecuzione delle prove, devono essere pubblici. Occorre superare la Direttiva 2007/46 che, di fatto, permette ai  fabbricanti di omologare un veicolo nel paese dell’UE considerato più accessibile e, automaticamente, tutti gli altri  Stati membri sono tenuti ad immatricolare i veicoli senza necessità di ulteriori controlli, sulla base del certificato di conformità” ha concluso Caracciolo.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori