RISPARMI: attivata una procedura per i risarcimenti di Banca Marche

2 commenti  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Il Comitato delle Marche dell’Unione Nazionale Consumatori ha attivato una serie di azioni per il risarcimento dei danni patiti dagli azionisti di Banca Marche.

Roma, 16 settembre 2014 – “Quarantamila azionisti con il fiato sospeso e l’intero tessuto imprenditoriale in difficoltà: è questo il risultato del commissariamento di Banca Marche, causato esclusivamente da una cattiva gestione degli ex vertici dell’istituto bancario”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, che aggiunge: “in un momento come questo in cui la nostra economia è così fragile, il default della banca avrebbe implicazione negative per tutto il comparto produttivo, per questo è fondamentale che sia salvata e i consumatori siano risarciti”.

L’Unione Nazionale Consumatori, tramite il proprio coordinatore regionale delle Marche, l’avvocato Corrado Canafoglia, si sta occupando della vicenda (in collaborazione con l’Associazione “Azionisti Privati Banca Marche”, che raduna circa 200 azionisti privati, e con l’Associazione “Dipendiamo” che tutela oltre 200 dipendenti”),  attivando una procedura di mediazione per definire stragiudizialmente con i responsabili del dissesto il risarcimento del danno; nonché sta preparando la costituzione di parte civile nel processo penale che da qui a pochi mesi verrà instaurato presso il Tribunale di Ancona, oltre ad altre azioni volte al risarcimento del danno patito dagli azionisti.

“Banca Marche -sostiene l’avvocato Canafoglia- deve tornare al ruolo che le spetta nel panorama creditizio marchigiano: non possiamo tollerare che siano i consumatori a pagare per le scelte sbagliate di chi ha gestito l’istituto fino ad oggi. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Unione Nazionale Consumatori, scrivendo un’email all’indirizzo segnalazioni@consumatori.it (inserendo nell’oggetto Banca Marche) o telefonando alla sede regionale dell’Unc al numero 071-60341″.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Massimo

Nessuna iniziativa per gli obbligazionisti subordinati cui hanno “espropriato” di fatto dalla sera alla mattina il prestito fatto a BdM in passato. Sì perché un’obbligazione è proprio questo: prestare soldi a qualcun altro, in questo caso ad una banca che a 7 mesi dalla scadenza (06/2016) ha AZZERATO il valore trasferendo tutta la “ciccia” in un altro contenitore Nuova Banca delle Marche!?

valenti ernesto

sono azionista di banca marche ho più di quindicimila azioni
vorrei sapere se avete un ufficio a Macerata e come mi posso
mettermi in comunicazione con voi per delle informazioni sulla vostra azione contro banca marche distinti saluti

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori