ROMA – Tutelare il centro storico dal degrado

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 9 giugno 2009 – “Il centro storico della Capitale è diventato negli ultimi anni una grande area di ristorazione in cui al posto degli odori di storia e santità si sono sostituiti quelli sgradevoli ed insistenti della frittura, senza contare il caos notturno e gli schiamazzi fino a tarda ora notturni, che turbano i sonni degli abitanti arrecando danno alla loro salute. Soprattutto nell’area intorno a Piazza Navona sono sorte come funghi birrerie, pizzerie e paninerie: c’è da chiedersi come è stato possibile”. E’ quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, auspicando che il Sindaco Alemanno intervenga con decisione, non concedendo protrazione di orario agli esercizi che ne facciano richiesta e riesaminando quelle finora concesse allo scopo di accertarne la legittimità.

“Per anni -prosegue l’Unione Consumatori- hanno prevalso l’improvvisazione e l’incuria: alle attività artigiane si sono sostituite le attività di ristorazione senza adottare un piano razionale di sviluppo e senza tener conto delle esigenze degli abitanti. Negli ultimi anni il centro storico è divenuto  soprattutto un polo di svago e non un polo culturale, cancellando progressivamente il suo lato pittoresco e tradizionale. Ciò è intollerabile e snatura la storia e la vocazione del centro storico di Roma”.

“Auspichiamo che il Sindaco Alemanno -conclude l’Unione Nazionale Consumatori- ponga fine ad un lungo periodo di disattenzione, incuria e scelte discutibili, adottando misure incisive per restituire al centro storico romano il decoro e la dignità che gli spettano”.

Roma, 9 giugno 2009

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori