SOCIETA’ – Senza formazione e ricerca un futuro incerto per l’Italia

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 28 aprile 2009 – “Solo il 19 per cento dei giovani italiani di età compresa tra 25 e 34 anni ha conseguito una laurea contro una media UE del 30 per cento: è questo un dato che deve far riflettere ed indurre il Paese ad investire sempre più nella formazione e nella ricerca”. È quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, proponendo un piano straordinario di investimenti nella formazione e nella ricerca per uscire dalla crisi economica.

“Se poi consideriamo il resto della popolazione italiana -continua l’Unione Consumatori- il quadro resta ancor meno incoraggiante: i laureati dai 35 ai 44 anni sono il 14 per cento, mentre quelli dai 45 ai 64 anni scendono al 10 per cento. Inoltre, è doveroso ricordare che il 50 per cento della popolazione di età compresa tra i 25 e i 64 anni ha conseguito come titolo di studio più elevato la licenza di scuola media inferiore. Non stupiscono quindi le sacche di resistenza ai processi di rinnovamento e di ammodernamento della stato e della società, che rendono l’Italia prigioniera delle corporazioni e dell’arretratezza culturale”.

Possiamo spendere decine di miliardi di euro nella banda ultra-larga e nell’alta velocità -conclude l’Unione Consumatori- ma senza investimenti cospicui nella formazione e nella ricerca le infrastrutture del Paese rimarranno sottoutilizzate con un colossale sperpero di denaro pubblico”.

Roma, 28 aprile 2009

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori