TICKETONE: la società risponda per “bagarinaggio” online

7 commenti  |   stampa  |  pdf

L’Unc scrive a Ticketone affinché impedisca la rivendita dei biglietti degli eventi a prezzi maggiorati da parte di piattaforme di secondary ticket.

Roma, 11 febbraio 2016 – “L’esaurimento dei biglietti di Ticketone dopo pochissime ore dall’apertura delle vendite non è corretto nei confronti dei consumatori e svela un meccanismo di secondary ticketing online che va contro le stesse regole di contratto dell’operatore”. E’ quanto dichiara Massimiliano dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, annunciando una lettera di chiarimento alla società venditrice di biglietti di concerti (e non solo) da parte dei legali dell’associazione.

Nei giorni scorsi, agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori (www.consumatori.it) e sui canali social dell’associazione, sono giunte centinaia di segnalazioni di consumatori indignati per aver tentato di acquistare online i biglietti per il concerto di Bruce Springsteen a Milano e di essere rimasti con un pugno di mosche già poche ore dopo l’apertura del botteghino online: quel che ha fatto davvero arrabbiare i fans di “The Boss” è che su altre piattaforme secondarie i biglietti c’erano ancora ad un prezzo del tutto maggiorato rispetto alle vendite ufficiali.

“Ci sembra una sorta di bagarinaggio legalizzato -commenta Dona- di cui Ticketone deve rispondere e fornire chiarimenti agli utenti anche per conservare una buona reputazione agli occhi dei consumatori. Abbiamo chiesto maggiori informazione alla società e soprattutto un intervento per  impedire o comunque ridurre il rischio di acquisti massivi di biglietti per fini non autorizzati da parte di singoli utenti per eventi oggetto di una forte richiesta da parte dei consumatori”.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Luca Bellentani

Buongiorno,
scrivo perchè ho provato ad acquistare online su ticketone 2 biglietti per il concerto dei Coldplay a Milano del 03/07/17.
Inizio prevendita: h10:00. ero in coda alle 09:57 (collegato al sito dalle 09:00), seleziono i biglietti e mi mettono in coda, alle 10:07 tutta la vendita era esaurita.
Andando su google si trovano ancora siti di vendita che hanno biglietti a prezzo QUADRUPLICATO.
è una vergogna, truffa legalizzata che Ticketone favorisce (probabilmente con interessi)

Damiano

Buonasera, la prevendita con esaurimento immediato dei biglietti dopo pochi minuti dall’apertura ufficiale da parte di ticket-one o simili alla vendita on-line ha un solo nome: TRUFFA!!! Mi stupisco come le varie associazioni di consumatori non facciano una guerra adeguata a questi TRUFFATORI!!!

Federica

Damiano hai proprio ragione, aspettavo per amici di comperare dei biglietti per il concerto dei coldplay. ero presente sul sito da prima dell’orario di apertura alla vendita.
Sin dall’apertura sono sempre stata messa in attesa. O
gni step era un’attesa perenne.
Ero riuscita a selezionare i biglietti ero pronta per acquistarli.
Rimessa nuovamente in attesa.
Finisce l’attesa: biglietti esauriti.

Ho provato da più dispositivi nel mentre ma nulla.

Intanto nei vari siti di rivendita dei biglietti i prezzi da minimo 46€ su ticket one si aggiravano intorno ai 200€.

Se questa non è truffa!! Bisognerebbe boicottare ticketone per questa scorrettezza! A costo di non andare ai concerti/eventi preferiti. Bisogna far perdere il primato a chi non pensa ai consumatori e non pensa alla correttezza verso di essi. Non parlo di legalità ma della cosa giusta.

Vilma

È successa la stessa cosa per il concerto di David gilmour (sia per la data del 2015 sia x il 2016) …. E non parlo di biglietti esauriti qualche ora dopo l’inizio delle prevendite ma di impossibilità di acquisto dall istante di apertura. Io e mia figlia da due PC diversi abbiamo tentato la fortuna ma fin da subito il bollino rosso indicava l’impossibilità di accedere all acquisto. E nei rari istanti in cui ci si illudeva di aver bloccato i biglietti appariva il messaggio: non ci sono biglietti disponibili x l’evento. Ci abbiamo provato per oltre un ora. Ma nel frattempo (già dal primo istante ) i biglietti erano in vendita con prezzi fino a 15 volte il valore nominale su Viagogo. Francamente a me vien da pensare che la FUGA di biglietti sia autorizzata dall’interno.

Grazia

Esatto! 200 biglietti per la data dell’11 e 200 per quella del 10 ancora in vendita sui siti secondari… a prezzi triplicati! SCHIFO TOTALE soprattutto dell’indifferenza dell’autorità!

Nick

E’ una vergogna! Una truffa legalizzata che specula sulle passioni della gente. Questo fenomeno non riguarda solo il concerto del Boss ma tutti i principali eventi. Le giustificazioni di ticketone fanno sorridere per non dire altro. Potrebbero benissimo controllare ed impedire la cosa. O forse va bene così……

Federica

Nick, penso che a loro interessa solo vendere tutti i biglietti. Poi il resto non è un problema loro. Mi pare abbastanza ovvia la loro risposta indiretta.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori