TLC – una frode di enorme gravità

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 24 febbraio 2010 – “Se fossero confermate le ipotesi di reato avanzate dalla procura distrettuale anti-mafia nei confronti di ‘Fastweb’ e di ‘Telecom Sparkle’ saremmo di fronte a fatti di inaudita gravità, che lasciano senza parole.” È quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’ Unione Nazionale Consumatori.

“Frodare il Fisco e riciclare denaro sporco -afferma Dona- sono le peggiori azioni che un’impresa possa compiere a danno della collettività. Pertanto è legittimo chiedersi: se un’azienda si rende responsabile di frode e riciclaggio, con quale diritto può ancora operare sul mercato?”

 

Roma, 24 febbraio 2010

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori