TV: Illegittimo l’aumento del canone RAI

2 commenti  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 24 marzo 2009 – L’aumento del canone televisivo da 106 a 107,5 euro è illegittimo. E’ quanto sostiene l’Unione Nazionale Consumatori osservando che il decreto ministeriale di aumento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20 marzo scorso, con effetto retroattivo dal 1 gennaio 2009.

“Ma il decreto legislativo n. 1542/1947, richiamato dallo stesso decreto ministeriale –afferma l’avv. Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori- stabilisce che l’utente, nel momento in cui viene a conoscenza dell’aumento attraverso la Gazzetta Ufficiale, ha 30 giorni di tempo per dare disdetta dell’abbonamento nell’anno in corso”.

Quindi, osserva sempre l’Unione Consumatori, l’utente ha tempo fino al 19 aprile 2009 per dare disdetta dell’abbonamento. Ma come fa se il canone deve essere pagato entro il 31 gennaio? Avendo già pagato, conclude Dona, la disdetta non ha più senso, a parte il fatto che l’aumento è del tutto scandaloso in quanto dal 2001 è salito del 16,3% a fronte di un tasso di inflazione che è aumentato dell’11,6%”.

Roma, 24 marzo 2009

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

MARIA,OLIVERI

vi comunico che io da un anno non vivo a casa quindi non ho tv.. prego di darmi una risposta

Unione Nazionale Consumatori
Unione Nazionale Consumatori

Gentile Sig.ra Oliveri,
desideriamo ringraziarla per aver scritto all’Unione Nazionale Consumatori la sua richiesta relativa al pagamento del Canone Rai.
In merito a quanto ci scrive le confermiamo che sfortunatamente è tenuta al pagamento del canone se è in possesso di un computer con abbonamento internet. È previsto per legge infatti che “l’obbligo al pagamento sorge a seguito della detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive”.

Diversamente, se non ne è in possesso, può invare la disdetta.

Con l’occasione le ricordiamo che questo è il link diretto per iscriversi on line alla nostra associazione (http://www.consumatori.it/iscriviti-online). Il pagamento della quota associativa le consentirà di ricevere -quando ne avrà bisogno- informazioni e assistenza su tutti i temi di consumo (dalle bollette energetiche ai disservizi telefonici, dagli acquisti su internet ai prodotti difettosi, dai problemi bancari alla vacanza rovinata, etc.). L’iscrizione ha durata biennale a decorrere dalla data del pagamento e non è soggetta ad alcun rinnovo automatico: sarà Lei, alla scadenza, a decidere se rinnovare o meno.

Speriamo voglia aderire: l’Unione Nazionale Consumatori è infatti una organizzazione no-profit che si finanzia proprio grazie alle quote di iscrizione!
Cordiali saluti, a presto.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori