Come cambia la bolletta 2.0

8 commenti  |   stampa  |  pdf

bolletta 2.0 energia gasChe cosa cambia con la nuova bolletta elettrica entrata in vigore lo scorso primo gennaio? Molti consumatori scrivono ai nostri sportelli per avere informazioni, cerchiamo dunque di fare chiarezza con questo approfondimento realizzato nell’ambito del Progetto “No problem – Assistenza, informazione, incontri con le Associazioni dei consumatori”

Il primo aspetto piuttosto evidente nella nuova bolletta è il formato più asciutto ed essenziale: tutte le informazioni sono in una pagina fronte-retro; una versione completa (quella vecchio stile con tutte le notizie di dettaglio) sopravvive adesso solo in due casi: se il consumatore ha chiesto di ricevere la bolletta soltanto via e-mail o se si richiede espressamente al fornitore di luce e gas la versione completa. Una volta l’anno, inoltre, come imposto dall’Autorità, un grafico a torre (con degli istogrammi) ci farà vedere a colpo d’occhio quanto abbiamo speso nei singoli mesi, in modo da mettere in campo se necessario una strategia di risparmio.

Andando nel dettaglio: la bolletta 2.0 introduce novità sia per il servizio di maggior tutela che per il mercato libero.

Nella bolletta per il servizio di maggior tutela troviamo indicate, in maniera distinta:

– la voce “spesa per la materia energia/gas naturale”, che sostituirà le voci relative al servizio di vendita (consumi fruiti, relativi al prezzo dell’energia, della commercializzazione e del dispacciamento);

– la voce “spesa per il trasporto e la gestione del contatore”, che sostituirà le voci relative ai servizi di rete (ad esempio i costi di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione nazionali, di distribuzione locale e i costi di gestione del contatore);

– la voce “spesa per oneri di sistema”, che metterà insieme varie voci fino ad oggi inglobate nella quota relativa ai servizi di rete (ad esempio gli incentivi alle fonti rinnovabili e alle imprese a forte consumo di energia);

– i ricalcoli effettuati a seguito di conguagli o di correzione di errori;

– l’eventuale bonus sociale goduto dall’utente.

Nelle bollette relative ai contratti su mercato libero, invece, i gestori avranno più libertà nello strutturare la bolletta ma dovranno comunque indicare separatamente le voci che riguardano:

– spese per il trasporto e la gestione del contatore e per gli oneri di sistema;

– ricalcoli relativi a conguagli o correzioni;

partite delle quali va specificata la natura (ad esempio in caso di computo di indennizzi);

– l’eventuale bonus sociale goduto dall’utente.

Novità molto importante, che si applicherà sia ai contratti a maggior tutela che a quelli su libero mercato, riguarda i costi medi. Ogni bolletta 2.0 deve infatti indicare:

– il “costo medio unitario della bolletta”, cioè il rapporto tra l’importo totale (tasse incluse) e i consumi fatturati;

– il “costo medio unitario della sola spesa per la materia energia/gas naturale”, cioè il rapporto tra la voce di spesa “per la materia energia/gas naturale” e i consumi fatturati.

Come detto, almeno una volta l’anno dovranno inoltre essere indicati in bolletta:

– il dettaglio del consumo degli ultimi dodici mesi, in forma grafica chiara;

– la data di attivazione della fornitura;

– la data di attivazione di modifiche contrattuali;

– la tensione di alimentazione (solo per l’energia elettrica).

Questa semplificazione renderà più facile la vita ai consumatori? Noi ce lo auguriamo, intanto leggi la nostra posizione.

Per maggiori informazioni o assistenza contattare i nostri esperti scrivendo a energia@consumatori.it.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 27 aprile 2016

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Francesco

Bungiorno, Vorrei chiedere i nuovi calcoli su una spesa annua di €. 1.000,00 di energia. e se si possono abbassare le spese per trasporto e gestione del contatore e le spese per gli oneri di sistema. Grazie.

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno, per poterla aiutare avremmo bisogno di maggiori dettagli e di vedere la sua bolletta. Può mandarci un’email a energia@consumatori.it? Grazie

Franco Fortuna

vorrei chiedere,i nuovi calcoli su un consumo di 230,euro di gas, se ne aggiungono le altre voci per un importo do 925,00 euro,diono che e il governo. chi ruba??? grazie

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Franco, ci scriva a energia@consumatori.it, i nostri esperti studieranno il suo caso. Grazie!

Belfi renato

Non capisco xche il contributo su energie rinnovabili lo debba pagare il consumatore

Riccardo Bonaccorso

Perché l’enel mi fa pagare € 23,00 ogni due mesi anche se nella casa dove cè il contatore enel installato , l’abitazione di fatto e disabitatà ??
Secondo me dovrebbe spedirmi la fattura ogni due mesi con importo zero ?
Mi sbaglio ?
In attesa di una vs risposta invio distinti saluti e grazie.

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Gentile Riccardo, le fatture delle utenze elettricità e gas contengono anche degli importi fissi (che variano a seconda dalla tipologia e dall’uso dell’utenza) indipendenti dal consumo. A questi si aggiungono invece gli importi variabili che dipendono dal consumo effettuato nel bimestre di riferimento. Tutti gli approfondimenti sulle voci di spesa li trova sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e gas al seguente link : https://bolletta.autorita.energia.it/bolletta20/index.php/guida-voci-di-spesa/elettricita.
Se ha bisogno di assistenza, può contattare i nostri esperti scrivendo un’email a segnalazioni@consumatori.it, grazie!

giovanni

informazioni utili che ho potuto riscontrare nelle ultime bollette. Restano comunque le difficoltà a comprendere i dati che sono regolarmente influenzati da stime e rimborsi: quest’ultimi dovuti per l’abuso di stime eccessive soprattutto in particolari momenti, quasi a voler utilizzare maggiori risorse per scopi diversi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori