ENERGIA: grazie al progetto “Smart-up”, consigli utili per risparmiare

commenta  |   stampa  |  pdf

Smart-upQual è la consapevolezza delle famiglie italiane sui propri consumi energetici? E’ possibile aumentarla ed aiutare i consumatori nell’adozione di nuove abitudini di consumo? E’ questo l’obiettivo che si è posto il progetto Smart-Up e che vede UNC impegnata al fianco di Aisfor.

SMART-UP è un progetto europeo per combattere il fenomeno economico-sociale della “povertà energetica” (fuel poverty), di cui un numero sempre crescente di consumatori soffre. Tra le attività del progetto uno dei punti cardine è il supporto ai consumatori  per conoscere meglio i loro consumi energetici domestici, individuare i comportamenti e le abitudini di consumo e consigliarli nell’adottare soluzioni e nuove abitudini per diminuirli.

A distanza di un anno dall’avvio dell’attività di assistenza sui consumi energetici in casa, è arrivato il momento di verificare qual è stato l’impatto effettivo dei consigli e capire se sono stati utili, se sono stati seguiti e quali sono state le difficoltà nell’adottarli e nel cambiare le abitudini di consumo.

Nell’assistere e informare i consumatori si è partiti da consigli e soluzioni immediate che ricordiamo:

  1. Installare LAMPADINE a basso consumo o LED, durano più a lungo e consumano meno.
  2. Utilizzare il più possibile l’ILLUMINAZIONE NATURALE evitando di coprire le finestre con grossi tendaggi.
  3. Fare una manutenzione costante sugli IMPIANTI DI RAFFRESCAMENTO.
  4. Leggere attentamente L’ETICHETTA ENERGETICA per capire quanto consumano gli elettrodomestici e, nel caso, sostituire quelli vecchi.
  5. Tenere pulita e ben ventilata la parte posteriore del FRIGORIFERO. Questo aiuta a farlo funzionare meglio risparmiando energia elettrica.
  6. Non aprire il FORNO se non è necessario, per evitare di disperdere il calore accumulato all’interno.
  7. Far funzionare la LAVATRICE a pieno carico, usare decalcificanti e pulire regolarmente il filtro dallo sporco e dal calcare.
  8. Non usare il TELEVISORE per compagnia perché è un piccolo elettrodomestico. Spegnerlo sempre, usando l’interruttore.
  9. Spegnere completamente il COMPUTER quando non è utilizzato, non lasciarlo in stand by.
  10. STIRARE all’inizio i vestiti più sottili, lasciando alla fine quelli più spessi quando il ferro è più caldo, per recuperare tutto il calore.

I consigli sono disponibili anche in forma di messaggi video che il consumatore poteva rivedersi anche dopo l’incontro per “ripassare” quali sono i comportamenti efficienti da adottare. I video sono 6 e sono tutti disponibili sulla piattaforma SMART-UP (link a http://www.smart-up.cloud/ )smart-up

Proprio per capire come l’attività di SMART-UP ha influenzato le scelte di consumo delle consumatori coinvolti, si sta mettendo a punto un questionario per capire quanto la nostra azione di supporto ai consumatori vulnerabili sia stata efficace e qual è stata la ricaduta dei nostri consigli sui consumi energetici delle persone assistite.

Il questionario permetterà di raccogliere sia i dati di consumo degli ultimi 12 mesi, per poterli confrontar con quelli del periodo precedente e quindi calcolare qual è stato il risparmio generato a fronte del primo intervento SMART-UP, sia i pareri sull’intervento stesso, come ad esempio qual è stato il consiglio più efficace.

Ricordiamo che è sempre possibile richiedere l’assistenza e ricevere i consigli di efficienza energetica e partecipare anche alla sperimentazione di SMART-UP. Infatti oltre ai consigli SMART-UP offre un servizio per l’efficienza energetica della casa più specifico e concreto rispetto le esigenze e abitudini di consumo del consumatore.

Tra i servizi dedicati, vi è anche la possibilità di ricevere gratuitamente un kit per il monitoraggio dei propri consumi e quindi leggere in tempo reale quanto stiamo consumando . Si tratta di un display di facile lettura e intuitivo che può essere utilizzato da tutti i componenti della casa, bambini compresi, per educarli a conoscere i consumi della casa e dimostrandogli per esempio quanto consuma la play station o altre consolle per i giochi elettronici!

Sul territorio sono inoltre attivi 4 sportelli UNC (Roma, Benevento, Foggia e Messina i cui contatti potete trovarli al seguente link (http://www.consumatori.it/dove-siamo/ ) ), formati specificatamente sui temi energetici, in grado di analizzare i consumi e consentire a chi lo voglia di partecipare al progetto.

HAI BISOGNO DI AIUTO? SCRIVICI ALLO SPORTELLO DEDICATO!

Autore: Marco Vignola
Data: 15 febbraio 2017

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori