Sostituzione infissi

commenta  |   stampa  |  pdf

La sostituzione degli infissi e dei vetri esterni fa risparmiare sulle spese di riscaldamento?

Le spese di riscaldamento, oltre che dai volumi da riscaldare, dal clima e dalla temperatura che si desidera mantenere all’interno dell’edificio, dipendono dalle dispersioni di calore che avvengono mediante l’involucro dell’edificio. Anche in un edificio con muri ben isolati, vi può essere dispersione di calore all’esterno attraverso i vetri delle finestre e il cassonetto superiore. Quindi la presenza di serramenti inadeguati è causa di minore comfort e maggiori spese in bolletta.

I vetri sono gli elementi attraverso i quali si ha il maggior scambio termico: d’inverno sono gli elementi attraverso i quali si ha la maggior parte della dispersione di calore e d’estate vi penetra l’irraggiamento solare, causando l’innalzamento della temperatura.

Per ridurre le dispersioni termiche è opportuno installare vetri con bassa capacità di trasmettere il calore (doppi vetri con gas) e infissi di ultima generazione (es. in alluminio o in PVC con taglio termico). Migliorare la “tenuta all’aria” dell’abitazione, attraverso la sostituzione degli infissi, è dunque un intervento che consente di migliorare l’efficienza energetica e di risparmiare in bolletta anche fino al 15%.

La sostituzione degli infissi rientra nei casi di applicabilità della detrazione fiscale del 55%.

(Pieraldo Isolani)

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori