Scuola, come risparmiare sui libri e sul corredo scolastico

commenta  |   stampa  |  pdf

corredo scolastcioRisparmiare sul corredo scolastico è possibile, soprattutto grazie ad internet. Molti gli acquisti online: secondo i dati raccolti da Skuola.net, 2 studenti su 3 compreranno libri di testo su siti web.
Il risparmio su libri e quaderni è una vera e propria esigenza per le famiglie italiane che già faticano a fare quadrare i bilanci. Se poi i figli sono più di uno e all’inizio di un ciclo di studi,  la spesa può diventare insostenibile. Per questo molte famiglie italiane per risparmiare giocano d’anticipo e nonostante la scuola debba ancora iniziare, molti sono i genitori che  già hanno ordinato via internet o nelle cartolibrerie i testi per l’anno 2016/02017.

Grazie all’e-commerce e con l’abolizione del blocco delle adozioni, che impediva a docenti e case editrici di cambiare le edizioni dei libri di testo per cinque anni alle scuole primarie e per sei a quelle secondarie, è ora possibile acquistare il nuovo con uno sconto fino al 15%. Ecco allora che molte famiglie puntano sui libri appena stampati e scelgono di acquistare sempre di più online e presso punti vendita che offrono vantaggi.
Rispetto a qualche anno fa, dove i libri si potevano comprare solo in cartolibreria, oggi sono molti i luoghi dove poterli acquistare. Quindi contenere le spese è più facile. Non solo i siti di e-commerce, ma anche la grande distribuzione (ipermercati e centri commerciali)dove grazie a promozioni e incentivi si può risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria.

Poi c’è il libro usato ancora valido. Il testo di seconda mano mantiene comunque il suo mercato anche perché molto utile a chi vuole vendere i testi degli scorsi anni. Comprando un libro usato, sopratutto se direttamente da un altro studente, si risparmia poi fino al 50 per cento del prezzo di copertina.

Il corredo scolastico …..

Per quanto riguarda il corredo scolastico: penne, quaderni, astuccio, diario, bisognerebbe insegnare ai ragazzi a non seguire necessariamente la moda del momento. Non sarà facile convincere i più piccoli a rinunciare allo zaino dei beniamini o all’astuccio che ha visto in tv, ma provate a renderli liberi dal mercato pubblicitario (ve ne saranno grati anche in futuro!) o cercate un compromesso: un set di quaderni all’ultimo grido in cambio di uno zaino più anonimo, ma di identica qualità.  Inoltre, non fatevi prendere dall’ansia del tutto e subito: la scorta di penne e matite, il compasso o il dizionario si possono acquistare anche in un secondo momento.

Sharing economy dei libri scolastici

Si parla tanto di economia della condivisione e allora perché non incentivare gli scambi tra studenti? Le scuole potrebbero incentivare l’affissione in bacheca di annunci e organizzare iniziative specifiche per educare i più giovani alla condivisione utilizzando i libri della biblioteca o organizzando una sorta di comodato d’uso per cui gli studenti si impegnano a restituire il libro in buone condizioni alla fine dell’anno.

I Tablet, pc e smartphone

Un’altra soluzione per il risparmio sono i libri in formato digitale: scaricarli sul tablet o sul pc alleggerirebbe sia la spesa, sia gli zaini dei ragazzi. Ma, shopping online a parte, secondo l’indagine di sckuola.net i ragazzi non sembrano essere poi così “tecnologici”, visto che il 48% preferisce ancora libri cartacei.

Leggi anche: Scuola: risparmiare sulle ripetizioni, Aumenti dei prezzi fino a 20 volte l’inflazione

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 2 settembre 2016

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori