Carburante: ecco come risparmiare

commenta  |   stampa  |  pdf

802 (Sdc – lug. 2014) – Soprattutto in vista delle vacanze estive, sono sempre più numerosi i consumatori che ci chiedono come fare a viaggiare in automobile risparmiando…

Ecco i preziosi consigli di Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’Unione Nazionale Consumatori:

  • Gomme sempre gonfie: viaggiare con le gomme sgonfie può comportare aumenti di consumo anche del 10 per cento perché la vettura fa più fatica ad avanzare; la pressione (quella ottimale è indicata sul libretto dell’auto), dunque, andrebbe controllata almeno una volta al mese. Per un vantaggio extra andrebbe aumentata di un paio di decimi di bar.
  • Climatizzatore e finestrini: è vero che il climatizzatore consuma parecchio e andrebbe usato con cautela, ma anche tenere i finestrini aperti compromette l’aerodinamica della vettura; meglio, dunque, viaggiare con i finestrini chiusi e affidarsi al ricircolo e al climatizzatore.
  • Svuotare il bagagliaio: il peso superfluo aumenta i consumi, oltre a peggiorare la stabilità dell’auto e gli spazi di frenata; per questo, oltre a svuotare il bagagliaio, si dovrebbe smontare il portapacchi.
  • Accelerare gradualmente e non tirare le marce: ogni auto ha il suo regime ottimale per “cambiare” che coincide con quello di “coppia massima”, riportato dal libretto di uso e manutenzione (più alto nei motori a benzina, molto più basso nei motori diesel). A questo serve il contagiri: mantenere il regime di coppia massima in ogni circostanza; con il cambio automatico è consigliabile scegliere l’opzione “economy“, poi basta accelerare dolcemente.
  • Discesa a folle: è un mito da sfatare perché anche in folle c’è un afflusso di carburante.
  • Frenate e ripartenze: cercare di far scorrere la vettura il più possibile evitando continue frenate e ripartenze.
  • “Farla scorrere in curva”: l’automobile in curva consuma di più perché c’è più resistenza da parte dei pneumatici; per questo motivo, quando è possibile, sarebbe meglio fare traiettorie “rotonde”.
  • Usare il “cut off: quando si rallenta è meglio innestare la marcia più alta e rilasciare la frizione: la centralina del motore interromperà il flusso di benzina (si chiama appunto cut off).
  • Regolatore di velocità: se la vettura è dotata di cruise control, la sua missione è di mantenere la velocità impostata su tutte le pendenze evitando sprechi, perché ogni azionamento/rilascio dell’acceleratore spreca carburante, ma attenti a usarlo solo nelle condizioni corrette: strada aperta, poco traffico, e senza distrarsi, mantenendo l’attenzione sulla strada.
  • Evitate l’ansia da fila sulle tangenziali e sulle autostrade: la guida a cavalletta saltando da una corsia all’altra è inutile, tanto la fila che scorre è sempre quella che avete appena lasciato, e il consumo di carburante insieme al logorio del veicolo raddoppiano.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 9 luglio 2014

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori