L’angolo del notaio… Debiti e prescrizione

commenta  |   stampa  |  pdf

1062 (Sdc – lug. 2015) – La rubrica per rispondere alle domande di consumatori su compravendite, successioni, etc. La domanda di oggi è…Circa 3 anni fa quando una mia zia (sorella di mia madre) è venuta a mancare si è dovuto procedere alla spartizione dell’eredità con i debiti che l’accompagnavano. Mia madre e la sorella hanno pagato questi debiti con il denaro dell’eredità, fortunatamente senza rimetterci nulla, anzi riuscendo a salvare alcune migliaia di euro (circa 2000 a testa).  Ora però a circa 3 anni di distanza ci è arrivata una raccomandata di una finanziaria che comunicava a mia madre e a sua sorella un debito di più di 6000€ contratto dalla zia deceduta e rimasto scoperto. Naturalmente non abbiamo più quei pochi soldi che erano rimasti dall’eredità, ma soprattutto che diritti hanno questi creditori dopo così tanto tempo?

Il diritto dei creditori a chiedere il pagamento dei debiti del defunto si prescrive in dieci anni dal quale è sorto il debito. Pertanto se non sono trascorsi 10 anni dal momento in cui la defunta contrasse il debito il creditore può esigerlo dagli eredi.

Autore: Associazione Sindacale Notai del Lazio
Data: 22 luglio 2015

 

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori