L’esperto risponde su… Canone Rai

8 commenti  |   stampa  |  pdf

884 (Sdc – nov. 2014) – I nostri esperti rispondono alle domande più frequenti dei consumatori. La domanda di oggi è: sono abbonato Rai all’incirca dal 2012: prima vivevo in una casa di mia proprietà insieme alla mia ex compagna, mentre dal febbraio 2013 sono tornato a vivere in casa dei miei genitori. Ho sempre pagato il canone Rai, tanto è vero che nel 2013 ho pagato per intero (per tutto l’anno), dopo aver fatto il cambio di residenza; a gennaio di quest’anno ho però ricevuto un bollettino intestato a me che riportava come indirizzo la mia vecchia residenza, ho allora mandato una raccomandata all’Agenzia delle Entrate spiegando di essere rientrato nel nucleo familiare dei miei genitori (che pagano da sempre il canone) esprimendo la mia riluttanza a versare un’altra quota, visto che già lo pagano loro. Ho ragione?

Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive deve pagare il canone TV. Trattandosi di un’imposta sulla detenzione dell’apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall’uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive. Il Canone TV per uso privato è unico -annuale- e copre tutti gli apparecchi detenuti dal titolare nella propria residenza o in abitazioni secondarie, o da altri membri del nucleo familiare risultante dallo stato di famiglia.

Devono ritenersi assoggettabili a canone tutte le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva. Ne consegue ad esempio che i personal computer, anche collegati in rete (digital signage o simili), se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone. Per contro, un apparecchio originariamente munito di sintonizzatore -come tipicamente un televisore- rimane soggetto a canone anche se successivamente privato del sintonizzatore stesso (ad esempio perché lo si intende utilizzare solo per la visione di DVD).

Non sono considerate apparecchiature atte o adattabili alla ricezione di programmi televisivi e dunque non comportano il pagamento del canone:

• PC senza sintonizzatore TV;
• monitor per computer;
• casse acustiche;
• videocitofono.

Sono esenti dal pagamento del canone RAI:

• i rivenditori ed i riparatori di televisori, per gli apparecchi collocati nei propri negozi o laboratori;
• i detentori di apparecchi radio;
• le persone con età pari o superiore a 75 anni, ed un reddito dei coniugi non superiore ad € 6.713,98 (per i soli apparecchi collocati nella abitazione di residenza);
• i militari appartenenti alle Forze militari italiane e NATO di stanza in Italia, limitatamente agli apparecchi usati in caserme, ospedali militari, ecc;
• il personale diplomatico, all’interno di Ambasciate e Consolati.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 12 novembre 2014

Per scoprire tutte le faq, clicca qui

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Tavio

Se l’intestatario del canone tv è deceduto va comunque chiesta la variazione a nome dell’erede o visto il prossimo inserimento (2016) della tassa direttamente in bolletta elettrica non serve far nulla e il cambio avviene in automatico ? se qualcuno sa darmi una risposta in merito ringrazio molto…dal sito rai non si riesce a capire e al loro telefono risponde solo una voce meccanica.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori