L’esperto risponde su… Disdetta e penali

2 commenti  |   stampa  |  pdf

905 (Sdc – dic. 2014) – I nostri esperti rispondono alle domande più frequenti. La domanda di oggi è: ho disdetto il mio contratto telefonico e mi vengono applicate le penali, ma non erano abolite?

Per le tipologie di contratto che prevedono un vincolo contrattuale temporale è possibile che le società addebitano le penali per recesso anticipato. Prima di procedere con il recesso bisogna verificare le condizioni contrattuali al fine di evitare addebiti elevati e non contestabili.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 3 dicembre 2014

Per scoprire tutte le faq, clicca qui

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

VITA

e se noi consumatori snobbassimo le loro richieste, come fanno loro quando non rispondono ( nei tempi e dopo i tempi di legge) ai nostri reclami, ..chi di spada ferisce, di spada perisce!

Dante Chierico

Se snobbare significa non pagare o pagare parzialmente le bollette sai cosa fanno?
Ti calcolano gli interessi sul non pagato nei termini, ti mandano ingiunzioni di pagamento,ti mandano una comunicazione di messa in MORA mediante le loro agenzie di recupero crediti, e poi hanno schiere di avvocati adeguati allo scopo ecc. Il tutto fa aumentare le spese da pagare.
Ed il povero cittadino che non ha esperienze in queste faccende, intimorito paga la bolletta
con tutte le maggiorazioni che le società decidono. Il cittadino consumatore contro lo strapotere burocratico legale minaccioso delle società generalmente subisce e paga.
Ci vuole una legge semplice e chiara dello Stato, comprensibile a tutti. Legge e chiara che i nostri
Deputati e burocrati, spesso non sanno o non sono interessati a scrivere. Inoltre nella legge a difesa del consumatore ci vorrebbe una clausola per cui una volta accertato un abuso da parte delle compagnie telefoniche esse venissero immediatamente senza possibilità di ricorso multate per ogni infrazione, di un importo pari a 1000 volte quello che hanno preteso ingiustamente dal consumatore, e che l’importo della multa venisse ripartito subito in 4 parti uguali fra il cittadino, l’agenzia che lo ha difeso gratuitamente, lo Stato, e le ONLUS che si interessano di questi problemi. Inoltre che la sentenza venisse ampiamente diffusa da 4 grandi giornali e telegiornali. Mi sembra un commento costruttivo a difesa dei deboli.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori