Più sicurezza nell’edilizia scolastica

commenta  |   stampa  |  pdf

975 (Sdc – mar. 2015) – Assovetro, l’Associazione Nazionale dei Produttori di vetro, è da sempre in prima linea per assicurare che la sicurezza degli utenti sia tutelata e garantita in tutti gli ambienti, lavorativi e domestici, mettendo a disposizione del mercato e dell’utente prodotti vetrari innovativi e sempre più performanti, che garantiscono standard di sicurezza predeterminati. Con riferimento al vetro piano per l’edilizia i prodotti che garantiscono standard di sicurezza sono due: il vetro temprato e il vetro stratificato di sicurezza. Il vetro temprato di sicurezza, la cui resistenza meccanica è accresciuta attraverso uno specifico trattamento termico, si rompe in numerosi pezzi arrotondati e di ridotte dimensioni, tali da non essere taglienti e non creare ferite in seguito al contatto ed alla sua rottura. Il vetro stratificato è composto da almeno due lastre in vetro rese solidali da un foglio plastico trasparente, che in caso di rottura riduce il rischio di ferita, poiché lo stesso foglio plastico svolge una funzione di trattenuta dei frammenti di vetro a seguito di rottura.

Esiste una normativa tecnica, la norma UNI 7697:2015 (ultima edizione in vigore dallo scorso febbraio), la quale disciplina i criteri minimi di sicurezza nelle applicazioni vetrarie, in funzione della tipologia della applicazione stessa (finestra, portafinestra, parapetto, ecc.) e in relazione alla destinazione d’uso dell’ambiente in cui essa è inserita.

Godono di una specifica trattazione anche gli ambienti comuni di edifici residenziali, dove la tipologia di vetro da impiegare è correlata al grado di sicurezza che si deve garantire, in funzione dei rischi che gli occupanti potrebbero correre in caso di rottura (tagli, ferite, caduta nel vuoto, affollamento, ecc.).

In tema di edilizia scolastica, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’aprile 2013 ha emanato proprie Linee Guida, le quali precisano che gli infissi, per garantire standard di sicurezza più elevati a tutela degli studenti, devono essere realizzati, sia all’interno che all’esterno, con vetri stratificati di sicurezza e con caratteristiche diverse in base all’applicazione.

Esistono infatti due tipologie di vetri stratificati di sicurezza: quelli in grado di evitare il ferimento dell’utente in seguito all’impatto (sigla 2B2) e quelli, di prestazione superiore, che non solo evitano la ferita, ma che, attraverso una predeterminata capacità di contenimento, impediscono anche la caduta nel vuoto dell’utente (sigla 1B1); questi ultimi sono richiesti dalle suddette Linee Guida del MIUR per tutte le superfici finestrate il cui lato inferiore sia a meno di 90 cm dal piano di calpestio.

Tali indicazioni sulla sicurezza, unitamente ad un’agevole trattazione dei molteplici aspetti prestazionali del vetro, sono contenute ed illustrate nelle Linee Guida, realizzate da Assovetro in collaborazione con Ancitel E&A, le quali rispondono in modo semplice e preciso alle richieste espresse dal consumatore in relazione alle caratteristiche qualitative e di durabilità legate ai prodotti vetrari.

Le Linee Guida, edizione febbraio 2015, sono scaricabili gratuitamente nella Sezione Documenti – Vetro per l’edilizia del sito www.assovetro.it

Autore: Assovetro
Data: 25 marzo 2015

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori