Il certificato medico

6 commenti  |   stampa  |  pdf

certificato medicoNel 2014 Il Ministro della salute Beatrice Lorenzin ha firmato le “Linee guida di indirizzo in materia  di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica”: il documento fa chiarezza proprio all’inizio dei corsi e delle attività parascolastiche sulla definizione di attività sportiva non agonistica e dunque su chi deve fare i certificati, quali sono i medici certificatori, la periodicità dei controlli e la validità del certificato, gli esami clinici. Le linee guida non si applicano all’attività ludica e amatoriale, per le quali il certificato resta facoltativo e non obbligatorio, anche se sarebbe sempre una buona cosa farlo visto che si tratta di bambini e ragazzi.

Il certificato per la pratica sportiva non agonistica è obbligatorio per:

  • gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione
  • coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)

I medici autorizzati al rilascio di questi certificati sono :

  • il medico di medicina generale per i propri assistiti
  • il pediatra di libera scelta per i propri assistiti
  • il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano

Il controllo deve essere annuale e il certificato ha validità di un anno con decorrenza dalla data di rilascio.

Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l’anamnesi e l’esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma  a riposo effettuato almeno una volta nella vita. (Per chi ha superato i 60 anni associati ad altri fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente).

Anche per coloro che, a prescindere dall’età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente. Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista.

I certificati per l’attività non agonistica sono a pagamento se rilasciati dai medici sportivi mentre sono gratuiti se rilasciati dai medici di famiglia o dai pediatri di libera scelta convenzionati con il SSN, ma solo nei seguenti casi: attività sportive parascolastiche, su richiesta del Dirigente Scolastico. Ovviamente la gratuità riguarda la visita e la certificazione, non l’eventuale esame strumentale ECG, il cui costo è a carico del consumatore.

Leggi anche Consumatori di sport e Quanto costa fare sport? e La visita medica per l’attività agonistica

Autore: Eduardo Lubrano
Data: 26 ottobre 2016

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

jackomo

Ogni anno davo 30€ al mio medico di famiglia solo per fare il certificato. Con la stessa cifra lo ho ottenuto anche da un centro di medicina dello sport, ma almeno dopo una visita generale, controllo della pressione e ECG.

Antonio

Confermo quanto detto dagli altri commenti.
Nonostante le nuove linee guida medici
di famiglia continuano a farsi pagare profumatamente tale pezzo di carta giustificato solo dal controllo della pressione.

giorgio

Chi l’ha detto che è gratuito ? Lo è “solo nei seguenti casi: attività sportive parascolastiche, su richiesta del Dirigente Scolastico.”….

Massimo

Nel recente passato sono stati emanati provvedimenti per ridurre la cosiddetta “medicina difensiva”. Un aspetto particolare però non è stato mai considerato. Mi riferisco alla richiesta da parte di numerose palestre di certificati sportivi,anche se l’attuale normativa non ne prevede la necessità per attività ludica e non agonistica non strutturata effettuata da persone non tesserate. Ciò ovviamente è dettato dalla volontà da parte dei responsabili delle palestre di mettersi al riparo da eventuali sinistri con un certificato non necessario,ma che “scarica” la responsabilità su altri. Per il cittadino indifeso ciò si traduce in burocrazia,tempi e costi.
Per chiarire una volta per tutte il problema,non sarebbe necessario emettere un decreto che finalmente reciti: “è fatto divieto di richiedere certificazione sportiva per…….” ?
Un caso particolare poi che meriterebbe un chiarimento è la differenza che viene fatta nei decreti fra società affiliate a Federazioni Sportive Nazionali e non per la stessa tipologia di attività: ciò non presenta profili di incostituzionalità?

Goffredo

Il mio medico di famiglia mi chiede 20 euro ogni volta che vado a fare il certificato… e dice che è obbligatorio pagarlo.

vicky37

Salve io abito in un piccolo Comune e il mio medico di famiglia per rilasciare il certificato medico per la palestra non amatoriALE, IO HO 53 ANNI, E VADO UN PAIO DI VOLTE ALLA SETTIMANA PER FARE SOLO UN PO DI MOVIMENTO SENZA SFORZI PARTICOLARI, VUOLE 50 EURO DA SEMPRE E MI RISULTA CHE TUTTI I MEDICI DI FAMIGLIA DELLA ZONA SI FANNO PAGARE…ALTRO CHE GRATIS…INFATTI IO VADO A FARLO PRESSO UN CENTRO FISIOMED DOVE FACENDOMI ANCHE ELETTROCARDIOGRAMMA MI COSTA SOLO 30 EURO….

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori