DDL CONCORRENZA: tassisti chiedono il ritiro degli emendamenti pro Uber

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Per l’UNC è paradossale. Il Parlamento deve recepire le proposte dell’Authority dei trasporti.

Roma, 28 luglio 2015. “Paradossale! I tassisti prima impediscono qualunque aggiornamento di una legge antidiluviana e poi, approfittando del vuoto normativo da loro stessi chiesto, fanno ricorso nei tribunali per dire che Uber non è previsto dalla legge. Troppo comodo!” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la richiesta avanzata oggi da alcuni rappresentanti dei tassisti di ritirare dal ddl concorrenza alcuni emendamenti pro Uber.

“Il Parlamento per una volta abbia il coraggio di promuovere la concorrenza nel settore e non si faccia ricattare da manifestazioni di piazza” ha proseguito Dona. “Chiediamo al legislatore di accogliere tutte le proposte avanzate dall’Autorità dei trasporti, inserendole nel ddl concorrenza ora in discussione: individuazione nelle regioni degli ambiti territoriali di riferimento per tutti i servizi di trasporto di passeggeri non di linea, possibilità di praticare sconti (fissazione di una tariffa massima) e cumulare licenze, eliminazione, per il servizio di noleggio con conducente, dell’assurdo obbligo di dover rientrare in rimessa dopo ogni singolo servizio e previsione, per servizi come Uber, di requisiti di idoneità del guidatore e del veicolo: assicurazione per responsabilità civile aggiuntiva, conducente con più di 21 anni e almeno 3 anni di guida, nessun provvedimento di sospensione della patente, riconduzione al regime del lavoro occasionale delle prestazioni dei conducenti non professionisti” ha concluso Dona.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori