ENERGIA: cambiano le tariffe, bene per le famiglie, un po’ meno per i pensionati

2 commenti  |   stampa  |  pdf

L’Autorità per l’energia ha presentato la riforma delle tariffe elettriche che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2016.  E’ un passo avanti, ma non basta…

 Roma, 2 dicembre 2015 – L’Autorità per l’energia ha presentato oggi la riforma delle tariffe elettriche che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2016. “Un passo avanti, ma non basta!” ha dichiarato Marco Vignola, esperto del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Finalmente si eliminano gli scaglioni, figli dell’austerity anni ’70, che danneggiavano le famiglie numerose, costringendole a pagare più del costo effettivo dell’energia, come se avere tanti figli fosse un privilegio da condannare. La riforma, però, è incompleta. Eliminare la progressività del prezzo dell’energia è condivisibile, ma vanno previsti aiuti per alcune categorie di consumatori,  incentivi ad aumentare l’efficienza energetica e disincentivi allo spreco di energia” ha proseguito Vignola.

“Chiediamo, quindi, l’immediata e contestuale revisione del bonus sociale. Altrimenti le categorie più danneggiate da questa riforma saranno quelle degli anziani e dei pensionati sociali che, pur consumando pochissimo, finiranno per pagare più di prima. Chiediamo, inoltre, che siano premiati i consumatori più virtuosi che evitano gli sprechi” ha proseguito Vignola.

“Rispetto al bonus sociale, non basta quanto previsto dall’Authority. La platea degli aventi diritto e l’importo vanno ulteriormente ampliati. Inoltre il Governo ed il Parlamento devono rafforzare il bonus, prima che entri in vigore la rivoluzione delle tariffe elettriche” ha concluso Vignola.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

antonio zeo

e che ne dite dell’illegittimità doppia tassa iva accise?

guglielmo

E’ sempre di difficile comprensione la fattura dei consumi elettrici.Mi domando? Si arriverà ad indicare in fattura il solo costo del Kwh ed i reali consumi per le fasce orarie con l’iva ed il totale fattura da pagare? Sarebbe una bella trasparenza. Tutte le varie diciture comprese nelle attuali fatture non fanno altro che complicare la vita ai consumatori.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori