Archivio mensile:Marzo 2013

CLASS ACTION – Kuneva: “E’ la strada giusta da seguire”

Fonte: Unione Nazionale Consumatori

Roma, 16 maggio 2008 – “Condividiamo l’approccio europeo alla tutela collettiva manifestato oggi a Firenze dalla Commissaria europea alla tutela dei consumatori, Meglena Kuneva”.

E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, intervenuto all’incontro in qualità di rappresentante del CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti).

“Crediamo che i consumatori- prosegue Dona- vadano indirizzati verso l’azione collettiva solo come “estrema ratio”. Molto più efficace può essere accedere a procedure conciliative, come dimostra l’esperienza a tutela dei risparmiatori, fatta da alcune banche.

La Commissaria europea ha giustamente ricordato che in 15 paesi europei già esistono meccanismi assimilabili alla class action e che l’UE sta preparando una disciplina tendente a rimediare alle difficoltà che i cittadini incontrano per essere tutelati in caso di controversie di modesta entità.

Apprezziamo – conclude Dona- anche l’impegno europeo in favore dell’educazione al consumo dei cittadini”.

GOVERNO – Torna il ministro che firmò il Codice del Consumo

Roma, 9 maggio 2008– "Salutiamo con soddisfazione il ritorno di Claudio Scajola alla guida del Ministero dello Sviluppo Economico"

Roma, 9 maggio 2008 – "Salutiamo con soddisfazione il ritorno di Claudio Scajola alla guida del Ministero dello Sviluppo Economico, con l’auspicio che il dialogo con le associazioni dei consumatori, rappresentate nel Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, continui proseguendo nel cammino delle liberalizzazioni necessarie per la modernizzazione dell’Italia".

E’ quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, ricordando che Claudio Scajola nelle vesti di ministro delle Attività Produttive, firmò il 6 settembre 2005 il Codice del Consumo.

"Ci auguriamo- dice Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Consumatori -che con il ministro sia possibile riesaminare l’attuale legge sulla class action per renderla ancor più efficace nell’interesse dei cittadini consumatori".