Archivio mensile:Marzo 2013

ENERGIA – Più rispetto per l’Autorità dell’energia

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 23 settembre 2008 – “Più rispetto per l’Authority che così bene ha operato per aiutare il delicato passaggio del mercato verso una vera concorrenza”. E’ quanto chiede al Governo Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, facendo eco al generale apprezzamento espresso dalle Associazioni dei consumatori del CNCU (Consiglio nazionale consumatori e utenti) per l’attribuzione all’Autorità dell’energia anche delle competenze riguardanti l’acqua, ma sono molto preoccupate per la modifica della procedura di nomina dei commissari, nonché per il previsto azzeramento dell’attuale collegio.

Il parere vincolante a maggioranza dei due terzi sulle designazioni da parte delle Commissioni Attività Produttive della Camera e Industria del Senato è la migliore garanzia dell’indipendenza e della qualità dei membri del collegio, come di tutte le Autorità. Le Associazioni hanno molto apprezzato l’attività di tutela degli utenti da parte dell’attuale collegio, con cui sono state portate avanti iniziative di grande rilievo come la conciliazione e la formazione dei quadri delle Associazioni in materia energetica. Le Associazioni quindi chiedono al Ministro Scajola che si integri l’attuale collegio con il terzo commissario.

Roma, 23 settembre 2008

CLASS-ACTION – Dona: non resteremo spettatori

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 17 settembre 2008 – “Se è vero che i lavori sulla class-action sono in corso, come riferiscono alcuni giornali, rischiano di essere tempo sprecato fintantoché saranno un tête a tête tra Governo e imprese”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando alcune indiscrezioni fornite da “Il Sole 24 Ore”.

“Leggiamo di un progressivo svuotamento del provvedimento e della irretroattività dell’azione collettiva: a noi risulta che non si andrà ad incidere su questo aspetto né che sia allo studio una legittimazione individuale, che farebbe felice solo gli avvocati, molti dei quali, guarda caso, sono parlamentari. Se dovessimo scoprire che le cose stanno diversamente, temo che il Governo dovrà assumersi le sue responsabilità, anche per queste trattative svolte senza i diretti interessati, cioè alle spalle dei consumatori”.

Roma, 17 settembre 2008

ANTITRUST – La multa all’Enel e gli inganni del mercato

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 16 settembre 2008 – “La decisione dell’Antitrust di infliggere ad Enel tre multe per 1,1 milioni di euro per pratiche commerciali scorrette, marketing aggressivo e pubblicità ingannevole, è l’ennesima conferma del grado di trasparenza del nostro mercato”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Pochi giorni dopo la condanna di Meridiana, mentre lo scandalo dei formaggi avariati torna a far notizia, siamo costretti a prendere atto –secondo quanto accertato dall’Antitrust- dell’ennesimo schiaffo alla fiducia dei cittadini”.

“E’ inaccettabile –continua Dona- che la fiducia dei consumatori venga continuamente illusa. Se poi ciò avviene ad opera di aziende leader, questa è la prova tangibile del livello di infedeltà del nostro mercato”.

Roma, 16 settembre 2008

AFFARI TUOI – UNC per la trasparenza del gioco

Comunicato dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 11 settembre 2008 – Da lunedì 15 settembre, alla ripresa del programma televisivo “Affari tuoi”, in onda su Rai Uno alle ore 20.30, l’Unione Nazionale Consumatori sarà presente in studio, come in passato,  per assistere alla trasmissione in rappresentanza degli utenti, al fine di sorvegliare sullo svolgimento del gioco.

 “Accettiamo volentieri l’invito della Rai a partecipare al programma – dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori – al fine di assicurare ai telespettatori un’ulteriore garanzia di regolarità nello svolgimento del popolare gioco televisivo”.

Interrogato circa il ruolo affidato all’Unione Nazionale Consumatori, l’Avvocato Dona, precisando che la sua presenza si affianca a quella del notaio cui è demandato per legge di attestare la pubblica fede, ha ricordato i numerosi telespettatori che si sono rivolti all’associazione per fare segnalazioni o richieste di chiarimento, tutte puntualmente evase: “In questi anni la nostra presenza in studio ha assicurato una sorta di dialogo permanente tra la redazione del programma e quanti sono a casa, così da rendere più chiari alcuni meccanismi e rimuovere le perplessità che legittimamente possono essere sollevate dai telespettatori”.

Infine, sollecitato circa la recente sentenza resa dal Consiglio di Stato in ordine alle dinamiche del gioco, l’Avvocato Dona ha spiegato che questo provvedimento conferma espressamente il regolare svolgimento del programma, così spazzando il campo dalle polemiche sollevate da alcuni amanti dello scoop. La sentenza, in pratica, si limita a richiedere alla società Endemol, responsabile della selezione dei giocatori, di pubblicare preventivamente i criteri di selezione, cosa che la società ha fatto, anche in collaborazione con la Rai.

Roma, 11 settembre 2008

TLC – esemplari i provvedimenti dell’Agcom

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 5 settembre 2008 – “Secondo quanto si è appreso l’”Autorità per le garanzie nelle comunicazioni avrebbe adottato procedimenti sanzionatori nei confronti di Tim e Vodafone in relazioni ai rincari e alle nuove tariffe preannunciate nel mese di agosto: si tratterebbe di una decisione esemplare a tutela dei giusti diritti dei consumatori” .

E’ quanto dichiara l’avvocato Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, plaudendo all’iniziativa dell’AGCOM.

L’Autorità per le comunicazioni – continua Massimiliano Dona – ha ribadito un principio fondamentale: l’operatore telefonico deve adottare tutte le misure necessarie per assicurare agli utenti un’informazione trasparente ed il riconoscimento del diritto di recesso senza penali secondo quanto previsto dal Codice delle comunicazioni elettroniche”.

“Restiamo in attesa – conclude Massimiliano Dona – di conoscere i contenuti dei provvedimenti sanzionatori adottati dall’Agcom nei confronti di Tim e Vodafone per valutare eventuali azioni a tutela dei consumatori”.

Roma, 5 settembre 2008

ANTITRUST – Barilla multata grazie alle segnalazioni dell’UNC

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 03 settembre 2008 – “Siamo pienamente soddisfatti della decisione dell’Antitrust di infliggere alla Barilla una multa di 200.000 € per pratica commerciale scorretta, anche grazie alla segnalazione  dell’Unione Nazionale Consumatori del 12 maggio 2008”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario Generale della stessa Unione.

“Oggetto delle segnalazioni – spiega Dona – sono state le pubblicità e le confezioni relative alla linea dei prodotti Alixir: barrette ai cereali, frollini, snacks, pane e bevande recanti slogan salutistici poco trasparenti”.

“Così come da noi segnalato – prosegue Dona – l’Antitrust non ha ritenuto corrispondenti agli standard europei per gli health claims alcune delle “promesse” indicate (in particolare, “rallenta l’invecchiamento cellulare”) ed ha rilevato l’ ingannevolezza di altre espressioni (es. “il segreto di vivere al meglio”) ritenute fuorvianti per i consumatori, obbligando Barilla a rivedere le confezioni e ad eliminare le raccomandazioni considerate ingannevoli”.

“E’ inaccettabile – continua Dona – che la fiducia dei consumatori venga continuamente illusa attraverso slogan e claims che inducono a scelte di consumo del tutto irrazionali. Che queste pratiche siano adottate anche da marchi così noti è la prova del livello di infedeltà del nostro mercato”.

“Dal canto nostro – assicura Dona – continueremo a supportare gli interventi dell’Antitrust, riconoscendo all’Autorità guidata dal Presidente Catricalà la capacità, nonostante i pochi mezzi a disposizione, di svolgere un ruolo di grande impatto sul quotidiano dei consumatori italiani”.