Archivio mensile:Marzo 2013

ENERGIA – Multa all’Enel per tutelare i consumatori

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 25 marzo 2009 – “Il provvedimento sanzionatorio pari a 2 milioni di euro che l’Autorità per l’energia elettrica ha inflitto all’Enel è un importante intervento a garanzia dei consumatori”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

“La multa -spiega Dona- è il frutto dell’indagine dalla quale è emerso che Enel Distribuzione non ha effettuato presso tutti i clienti allacciati alla rete il tentativo obbligatorio di lettura annuale per il periodo compreso tra il 2003 e il 2005”.

“La mancata lettura -prosegue Dona- ha portato un grave danno ai consumatori che si sono ritrovati a ricevere bollette di  conguaglio estremamente elevate”.

 “Da parte nostra apprezziamo il continuo impegno dell’Authority -conclude Dona- e insistiamo nel sostenere che non si può tollerare il mancato adempimento di regole e normative poste a tutela del consumatore, specie se ciò avviene ad opera di aziende leader sul nostro mercato”.

 

Roma, 25 Marzo 2009

ANTITRUST – Bene le multe per le suonerie

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 24 marzo 2009 – “Esprimo profondo apprezzamento per la costante attività di controllo esercitata dall’Antitrust al fine di garantire trasparenza sul mercato a tutela dei consumatori”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, plaudendo alle multe di otre 2 milioni di euro che l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha comminato a diverse società tra le quali Telecom, Vodafone e Wind, sanzionate per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette nella vendita di loghi e suonerie.

“Scaricando tali contenuti multimediali -prosegue Dona- si sottoscriveva di fatto un abbonamento con decurtazione settimanale della scheda telefonica. Le società omettevano però di fornire all’utente chiare indicazioni in merito e altrettanto poco trasparenti erano le informazioni riguardanti i costi di attivazione e disattivazione del servizio”.

“Il giro di affari legato alla vendita di loghi e suonerie – conclude Dona- ammonta ogni anno a diverse centinaia di milioni di euro. Ben vengano dunque provvedimenti che inizino a scalfire l’impero economico di questi colossi aziendali che continuano a lucrare a danno degli utenti”.

Roma, 24 marzo 2009

CLASS-ACTION – Unica chance per un mercato migliore

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 10 marzo 2009 – “Garantire ai cittadini tramite la class-action una possibilità di reazione rispetto agli abusi delle imprese è l’unica strada per un mercato che, nella crisi, continua ad offendere il pubblico dei consumatori”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, in vista della manifestazione congiunta organizzata per il giorno 12 marzo in segno di protesta contro il tentativo del Governo di cancellare le liberalizzazioni e vanificare la class-action.

“Il mercato italiano -prosegue Dona- è malato come dimostra il fatto che all’abbassamento della domanda segue, contro ogni logica economica, l’aumento dei prezzi allo scopo di garantire gli stessi margini di guadagno per le imprese. A ciò si aggiungano i cartelli, le pratiche commerciali scorrette, il marketing aggressivo, continuamente sanzionato dall’Autorità Antritrust. Per questo il Ministro Scajola non può più nascondersi e deve mantenere la parola data riguardo all’introduzione nel nostro ordinamento di strumenti di azione collettiva”.

“Il succedersi dei rinvii dell’entrata in vigore dell’art. 140-bis Codice del consumo -conclude Dona- è una reiterata offesa ai diritti degli italiani, vittime delle prepotenze di imprese che della crisi fanno un alibi per giustificare l’abbattimento della qualità delle produzioni”.

Roma, 10 marzo 2009

OLIO – L’etichetta di origine è una garanzia per i consumatori

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 9 marzo 2009 – “L’obbligatorietà dell’etichetta di origine sull’olio di oliva è utile a garantire una maggiore trasparenza ai consumatori e a difendere il nostro Made in Italy”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il via libera della Commissione europea alle nuove norme Ue sull’etichettatura dell’olio, la cui entrata in vigore è prevista per il prossimo 1° luglio.

“Il provvedimento -prosegue Dona- non solo risponde all’esigenza del consumatore di sapere esattamente cosa sta acquistando, ma è anche un prezioso strumento contro il fenomeno delle frodi alimentari. Per questo, pur nella consapevolezza delle difficoltà economiche che attanagliano le imprese italiane, la nostra Unione ritiene di dover sostenere la maggiore trasparenza delle etichette che anzi sarà importante veder estesa anche ad altri prodotti alimentari”.

Roma, 9 marzo 2009