Archivio mensile:Marzo 2013

INTERNET – Al via “In strada come in Rete”

Roma, 29 settembre 2010 – Dopo i brillanti risultati dell’anno scorso, l’Assessore alle Politiche della Sicurezza e Protezione civile della Provincia di Roma, Ezio Paluzzi, presenta la seconda edizione di ‘In strada come in rete’.

Il progetto, realizzato nuovamente dall’Amministrazione provinciale con Polizia Postale, Polizia provinciale, Unicef, Microsoft, Unione Nazionale Consumatori, Google Youtube e il portale web Skuola.net, è rivolto agli studenti tra i 10 e i 14 anni, ai genitori e agli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado del territorio della provincia di Roma. L’obiettivo è quello di contrastare i nuovi rischi adolescenziali, in particolare la pedo-pornografia on-line e le altre minacce della navigazione web, il cyber bullismo e i pericoli che incombono sui ragazzi in strada.

Negli ultimi anni si è assistito ad una crescita dell’uso della rete da parte dei minori e, nello stesso tempo, ad un aumento vertiginoso della criminalità connessa all’utilizzo di internet. Un fenomeno dilagante tra gli adolescenti è quello legato ai comportamenti caratterizzati da intenti violenti, nei confronti dei coetanei nella scuola e non: il cosiddetto ‘bullismo’ che in rete, acquisisce una sua dimensione peculiare, il cyberbullismo.

L’Amministrazione provinciale, inoltre, vuole fornire tutte le informazioni sul Codice della Strada e sulle norme di comportamento e di sicurezza che i ragazzi devono seguire come utenti della strada. Si amplifica con questo progetto l’attività già svolta dall’Assessorato alle Politiche della Sicurezza e Protezione Civile che ha portato alla consegna, negli ultimi 3 anni, dell’attestato all’abilitazione di guida del ciclomotore a 12mila studenti.

I ragazzi saranno inoltre coinvolti in un concorso che prevede la realizzazione di elaborati o mini-video raccolti e pubblicati dal portale web Skuola.net, dove potranno essere votati dagli utenti registrati. Le scuole vincitrici, due scelte dagli iscritti al portale, una da una giuria tecnica, riceveranno un simulatore di guida che potrà essere utilizzato anche in futuro per iniziative di sensibilizzazione e di educazione sul tema della sicurezza stradale.

Dati della passata edizione

– 17 comuni coinvolti: Anzio-Lavinio, Artena, Bracciano, Cerveteri, Colleferro, Fonte Nuova, Gallicano, Genazzano, Marcellina, Montecompatri, Nettuno, Poli, San Cesareo, San Vito Romano, Tivoli, Valmontone, Zagarolo.

– 220 docenti formati con consegna di attestati riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione ai fini curriculari.

– oltre 200 copie della "Convenzioni dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza" distribuite.

– 11 mila alunni coinvolti.

– Personale impiegato: 20 agenti della Polizia Provinciale, 10 agenti della Polizia Postale e 3 operatori dell’Unicef. 

 

– 3 scuole vincitrici: S.Giovanni Bosco di Bracciano, Ennio Visca di Nettuno, Istituto comprensivo di Zagarolo.

Roma, 29 settembre

 

 

Cerco un altro comunicato

EASY DOWNLOAD – Bene la sospensione dell’Antitrust

Roma, 9 settembre 2010 – “Accogliamo con soddisfazione la comunicazione pervenuta oggi 9 settembre da parte dell’Autorità per la concorrenza e il mercato, la quale rende nota la sospensione della (presunta) pratica commerciale scorretta posta in essere dalla società Euro Content Ltd”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC).

Tale decisione è stata assunta a seguito delle pressioni esercitate da parte della società mediante l’invio di numerosi "solleciti assistiti dalle minacce di azioni e di ulteriori conseguenze legali nei confronti dei consumatori" e in considerazione dell’ampiezza della pratica posta in essere che, nelle more del procedimento, potrebbe "indurre molti consumatori a corrispondere somme di cui successivamente sarebbe estremamente difficile e oneroso ottenere eventuale ripetizione". Tutto ciò aggravato dalla dislocazione all’estero delle sedi della società e della sua estrema frammentarietà.

“L’Autorità -spiega Dona- ha altresì richiesto alla Euro Content Ltd di voler fornire "il numero esatto di consumatori che hanno corrisposto euro 101 a seguito dell’invio dei solleciti con minaccia di azione legale".

“Viste le numerose segnalazioni ricevute ai nostri sportelli -conclude Dona- ci rendiamo disponibili a raccogliere i nomi di tutti coloro che, a seguito dei numerosi solleciti, hanno già provveduto al pagamento della somma sopracitata”.

Roma, 9 settembre 2010

Affari tuoi: arriva lo stop

Un segno di rispetto verso i cittadini: niente “Affari Tuoi” all’ora che fu di Carosello, ora affidata a Fabrizio Frizzi e al suo “I soliti ignoti”.

“Un segnale di rispetto nei confronti dei cittadini che pagano il canone”: così Massimiliano Dona, Segretario generale della nostra Unione Consumatori (UNC), interpreta la mancata programmazione di Affari tuoi, il popolarissimo gioco televisivo su format Endemol dominatore per sette stagioni negli ascolti dell’access prime time di Raiuno, condotto in passato da Paolo Bonolis, Antonella Clerici, Pupo, Flavio Insinna e ultimamente da Max Giusti.

Lo stop imposto al programma più seguito di Raiuno (da ieri sera sostituito da “I soliti ignoti”, condotto da Fabrizio Frizzi, in onda alle 20,30, dopo il TG) rappresenta un segnale chiaro: Raiuno deve aver compreso che era meglio attendere l’esito delle indagini in corso presso la Procura della Repubblica di Roma, dalla quale, anche se l’azienda di Viale Mazzini risulta parte lesa, potrebbero emergere irregolarità nello svolgimento del gioco.

“Di certo -ha dichiarato Dona- chiudere il programma ‘Affari Tuoi’ è un gesto di responsabilità verso i cittadini che, dopo la pubblicazione del mio libro ‘Affari loro’, dedicato ai trucchi nel mondo dei pacchi, hanno una chiara idea di ciò che non vogliono vedere in tv all’ora che fu di Carosello”.

Il libro di Massimiliano Dona “Affari loro”, pubblicato da Minerva Edizioni di Bologna, è nelle librerie dallo scorso mese di luglio: l’autore ha deciso di devolvere tutti i proventi della vendita all’Unione Nazionale Consumatori.

Autore: Sonia Galardo
Data: 9 settembre 2010

RAI – Lo stop ad Affari tuoi un segno di rispetto

Roma, 9 settembre 2010 – “Un segnale di rispetto nei confronti dei cittadini che pagano il canone”: così Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), interpreta la mancata programmazione di Affari tuoi, il popolarissimo gioco televisivo su format Endemol dominatore per sette stagioni negli ascolti dell’access prime time di Raiuno, condotto in passato da Paolo Bonolis, Antonella Clerici, Pupo, Flavio Insinna e ultimamente da Max Giusti.

Lo stop imposto al programma più seguito di Raiuno (da ieri sera sostituito da “I soliti ignoti”, condotto da Fabrizio Frizzi, in onda alle 20,30, dopo il TG) rappresenta per Dona un segnale chiaro: “Raiuno deve aver compreso che era meglio attendere l’esito delle indagini in corso presso la Procura della Repubblica di Roma, dalla quale, anche se l’azienda di Viale Mazzini risulta parte lesa, potrebbero emergere irregolarità nello svolgimento del gioco”.

“Di certo -conclude Dona- chiudere il programma ‘Affari Tuoi’ è un gesto di responsabilità verso i cittadini che, dopo la pubblicazione del mio libro ‘Affari loro’, dedicato ai trucchi nel mondo dei pacchi, hanno una chiara idea di ciò che non vogliono vedere in tv all’ora che fu di Carosello”. Il libro di Massimiliano Dona “Affari loro”, pubblicato da Minerva Edizioni di Bologna, è nelle librerie dallo scorso mese di luglio: l’autore ha deciso di devolvere tutti i proventi della vendita all’Unione Nazionale Consumatori.

Roma, 9 settembre 2010