Archivio mensile:Marzo 2013

INTERNET – “Le birre” sbarca nel mondo delle App

Comunicato stampa congiunto dell’Unione Nazionale Consumatori – Gruppo Heineken Italia

Pubblicata l’App “Le Birre”, realizzata dall’Unione Nazionale Consumatori in collaborazione con il Gruppo HEINEKEN Italia e il suo progetto di cultura birraria ILoveBeer.it. Scaricabile gratuitamente sia da App Store sia da Play Store, si può consultare direttamente sul proprio smartphone e sui tablet.

Roma, 30 ottobre 2013 – "Fornire ai consumatori i giusti strumenti e le conoscenze per orientarsi nel mondo delle birre così da scoprire come consumare al meglio il prodotto, gustandolo con intelligenza e responsabilità: è con questo obiettivo che è nata l’App ‘Le Birre’, scaricabile gratuitamente sia da App Store sia da Play Store". E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, presentando l’ultima Applicazione realizzata dall’Associazione in collaborazione con ILoveBeer.it, il progetto di cultura birraria del Gruppo HEINEKEN Italia.

“Non sempre -spiega Dona (segui @massidona su Twitter) – i consumatori sanno come deve essere servita una birra né conoscono le diverse tipologie o gli abbinamenti con il cibo. Per questo nella sezione denominata ‘Birre’ abbiamo inserito il significato delle caratteristiche principali: ‘colore’, ‘fermentazione’ e ‘tipologia’. Gli ‘Abbinamenti’, poi, offrono un contributo per scegliere quale tipo di birra bere con gli antipasti, i primi, i secondi o con un piatto unico”.

“L’App -prosegue Dona- offre inoltre la possibilità di verificare la corretta spillatura grazie ad uno strumento che sfrutta la tecnologia della fotocamera degli smartphone per misurare la schiuma, che deve essere della giusta quantità affinché la bevanda mantenga l’aroma e la freschezza: in questo modo il consumatore ha la possibilità di verificare in tempo reale se il prodotto che gli è stato servito è di buona qualità oppure no”.

“Ricordando che la birra alcolica può essere consumata solo da chi è maggiorenne e in nessun caso deve essere assunta da parte di chi guida, è in gravidanza, lavora, studia o ha ricevuto indicazioni contrarie dal proprio medico -conclude Dona- non mi resta che invitarvi ad aggiungere ‘Le Birre’alla Vostra lista di utili App!”

Alfredo Pratolongo, Responsabile del portale di cultura birraria ILoveBeer.it promosso da HEINEKEN Italia, commenta: “Siamo felici di essere al fianco dell’Unione Nazionale Consumatori e di aver sviluppato insieme questa App dedicata alle birre. L’attività si inserisce nel progetto ‘La Birra Perfetta – l’importanza della schiuma’ che si compone anche di un volume cartaceo e di una sezione dedicata su ILoveBeer.it, il nostro portale di cultura birraria, con approfondimenti e video. Una piattaforma articolata per diffondere informazioni corrette e puntuali sulla birra (e sulla schiuma), le sue caratteristiche e il suo servizio. Un vero e proprio percorso culturale che desidera far conoscere in modo approfondito il mondo della birra. Con l’obiettivo, che HEINEKEN Italia condivide con l’Unione Nazionale Consumatori, di promuovere un consumo responsabile e consapevole. Ecco, quindi, il senso della partnership con un’importante associazione consumeristica come l’Unione Nazionale Consumatori: servire e consumare una birra ben servita è nell’interesse dei consumatori perché rende la birra più buona e più facilmente digeribile. A livello nazionale, la birra mediamente viene servita male, è nostro compito quindi, attraverso corsi di formazione a clienti e punti di consumo e attraverso l’informazione dei consumatori, migliorare la cultura birraria del nostro paese”.

MPS – Nuove pronunce giurisprudenziali sui contratti My Way e 4 You

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

I contratti My Way e 4 You possono essere impugnati per la mancanza di un’adeguata informazione al cliente sulle reali caratteristiche dell’investimento e per l’assenza di chiarezza della clausola contrattuale di recesso: i consumatori che li abbiano sottoscritti possono, dunque, agire giudizialmente per richiedere il rimborso delle rate pagate.

Roma, 28 ottobre 2013 – “I giudici continuano ad emettere sentenze a favore dei risparmiatori che hanno sottoscritto i contratti My Way e 4 You per l’assoluta inadeguatezza delle informazioni sulla composizione del fondo d’investimento e per l’oscurità della clausola di recesso che, se esercitata dal cliente, si concretizza in una clausola penale di importo manifestamente eccessivo”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Come si ricorderà -aggiunge Dona (segui @massidona su Twitter)- oltre dieci anni fa questi contratti furono ingannevolmente proposti ai risparmiatori come piani di accumulo a fini previdenziali da Banca 121 (poi Monte dei Paschi di Siena), trattandosi in realtà di mutui finalizzati all’acquisto di fondi di investimento della stessa banca”.

“La conseguenza giuridica – spiega Valentina Greco, avvocato dell’associazione – è che detti contratti possono essere impugnati e quindi tutti coloro che li abbiano sottoscritti possono agire giudizialmente per chiedere il rimborso delle rate pagate e gli interessi.

Invitiamo, pertanto, gli interessati ad inviarci una segnalazione all’indirizzo di posta elettronica info@consumatori.it, indicando nell’oggetto MPS: MY WAY/4 YOU”.

AFFARI TUOI – Non un gioco, ma fiction

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Depositata oggi la decisione del Giudice per le indagini preliminari di Roma sulla denuncia per diffamazione del notaio Luigi Pocaterra contro Massimiliano Dona e Striscia la notizia: secondo il provvedimento, dall’avvocato Dona acquisiti dati in merito agli aspetti procedurali irregolari della trasmissione televisiva "Affari tuoi".

Roma, 14 ottobre 2013 – “Un gioco che si andava a trasformare in una fiction perdendo così quel profilo di reciproca lealtà e affidabilità". Con queste parole il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, dott.ssa Tiziana Coccoluto, ha stabilito l’archiviazione del procedimento a carico di Massimiliano Dona, autore del libro-denuncia "Affari loro, magie, trucchi e quattrini del mondo dei pacchi".

Era stato il notaio Luigi Pocaterra a denunciare per diffamazione l’avvocato Dona insieme ad Antonio Ricci, Ezio Greggio, Jimmi Ghione, Valerio Staffelli di Striscia la notizia: secondo il notaio, in particolare, il libro di Massimiliano Dona sarebbe stato lesivo della dignità e onorabilità del suo ruolo di pubblico ufficiale presente durante il programma televisivo per attestarne la regolarità.

Oggi però il provvedimento del Giudice afferma inequivocabilmente che il libro di Massimiliano Dona rappresenta una vera e propria indagine i cui risultati, già trasfusi in un procedimento penale, descrivono meccanismi nei quali alcuni concorrenti potevano giocare "una partita televisiva priva di quei connotati di genuinità cui il pubblico era stato predisposto".

Abbiamo chiesto a Massimiliano Dona un commento a caldo su questa decisione: "Giustizia è fatta! D’ora in poi nessuno potrà dubitare della veridicità della mia denuncia: nel mio libro ‘Affari loro’ è scritta la triste verità su come è gestito un programma così importante e sul quale ogni sera fanno affidamento milioni di telespettatori. La parola definitiva è stata pronunciata da un Giudice proprio mentre la Rai festeggia il decennale della trasmissione: forse questa coincidenza dice più di molte parole!"

"Torneremo presto sull’argomento -assicura l’Unione Nazionale Consumatori- perchè il provvedimento del Giudice dice molte cose interessanti che i telespettatori devono sapere!"

AGGIUNGI AL CARRELLO, il libro di Massimiliano Dona e Paola Vinciguerra sullo shopping on-line

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori e Paola Vinciguerra, Presidente di Eurodap, presenteranno il prossimo 24 ottobre a Roma il libro "AGGIUNGI AL CARRELLO. SHOPPING ON-LINE: SOPRAVVIVERE AGLI INGANNI E ALLE DIPENDENZE DEL WEB".

Roma, 8 ottobre 2013 – Possiamo fidarci di chi vende prodotti o servizi su Internet? Si risparmia davvero aggiudicandosi l’asta on-line per acquistare un oggetto a un prezzo apparentemente stracciato? Non rischiamo forse di chiedere al web di colmare il nostro vuoto interiore? Sono queste le domande che fanno da filo conduttore al libro "AGGIUNGI AL CARRELLO. SHOPPING ON-LINE: SOPRAVVIVERE AGLI INGANNI E ALLE DIPENDENZE DEL WEB", scritto da Massimiliano Dona e Paola Vinciguerra (Minerva Editore) e che sarà presentato il prossimo 24 ottobre a Roma (ore 19 – ELLE Restaurant, via Veneto 81).

“Gli acquisti on-line -afferma il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori- rappresentano uno dei pochi settori che resiste alla crisi: la motivazione è sicuramente da ricondurre all’idea che su Internet si risparmi, ma anche alla diffusione di tablet e smartphone che hanno reso più facile l’accesso alla Rete. Non dobbiamo dimenticare, però, che il web va gestito con la giusta consapevolezza, senza lasciarsi prendere dalla fretta e dalla voglia dell’affare a tutti i costi. Questo libro, dunque, anche grazie ad alcuni test di autovalutazione spiega come vivere meglio on-line: si tratta di un manuale di sopravvivenza, utile a ciascuno di noi per scoprire come difendersi da alcuni inganni dell’e-commerce, ma anche dalle dipendenze".

"Ultimamente si è spesso parlato di shopping-compulsivo -sottolinea la Dott.ssa Paola Vinciguerra Presidente dell’Eurodap, Associazione Europea Disturbi Da Attacchi di Panico- ma l’uso, spesso l’abuso, della Rete ci ha imposto di studiare questo comportamento nel web. Il libro rappresenta una guida per tutti i consumatori per non cadere in trappole commerciali, ma anche in quelle psicologiche. La sensazione di eccitazione che spesso l’acquistare ci regala -aggiunge la dott.ssa Vinciguerra anche responsabile del centro U.I.A.P. Unione Italiana  Attacchi di Panico, presso la clinica Paideia di Roma- è l’inganno psichico da cui ci dobbiamo difendere. A tal proposito abbiamo costruito un percorso di conoscenze, di conoscenza di se stessi per poi suggerire esercizi pratici per risolvere o non cadere nella compulsività dell’acquisto. Rompere il circolo del piacere illusorio di acquistare per poi cadere nel disagio, nel senso di colpa, che trova sollievo nel comportamento compulsivo del comprare. Una guida pratica e utile per acquistare  con consapevolezza e reale gratificazione".

Scarica l’invito alla presentazione

CONSUMATORI – Massimiliano Dona Commendatore della Repubblica

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, è stato insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Roma, 7 ottobre 2013 – "L’onorificenza di Commendatore premia l’impegno a favore dei consumatori italiani". Con queste parole Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, accoglie la notizia del titolo di Commendatore al più alto degli Ordini della Repubblica italiana.

"Questo importante riconoscimento -afferma il Commendatore Dona- mi porta con il pensiero a mio padre Vincenzo, insignito della stessa onorificenza circa dieci anni orsono e sarà di stimolo per proseguire con accresciuto impegno nel non facile compito di dare voce ai consumatori italiani, anche nell’attuale momento di incertezza economica e politica".

"Naturalmente -conclude Massimiliano Dona- senza l’Unione Nazionale Consumatori il mio impegno sarebbe stato assai meno visibile: per questo ringrazio la Presidente Amelia Buratti Simonetti Monesi, i componenti del Consiglio Direttivo e i Comitati locali, ma anche tutte le persone che lavorano con me".

La notizia del conferimento dell’onorificenza di Commendatore O.M.R.I all’avvocato Dona (vedi curriculum) è stata pubblicata il 14 settembre sulla Gazzetta Ufficiale e la cerimonia di consegna avrà luogo il prossimo 22 ottobre.